Godley

La sua creatività fa spesso leva sullo studio dell’anatomia, sull’attenzione al corpo, alla gestualità, non per una moda lineare e minimalista, ma per trovare nuovi spazi di invenzione e di non astratta fantasia. Ha un retroterra eclettico che comprende studi a Wimbledon e al Brighton College in pittura, scultura, moda e disegno a tre dimensioni. Collabora con Scott Crolla, con cui apre nell’81 un negozio cult, Crolla, di gusto neoromantico. Nell’86 lancia la sua prima collezione donna: abiti sofisticati, di qualità scultorea che glorificano il corpo femminile, esagerandone le dimensioni. Sono passati alla storia il vestito pre-maman con la pancia imbottita e l’abito da sposa con tagli all’altezza dei seni.

Crolla

La sua prima passione è stata la scultura. Dal 1995, ha cominciato a lavorare per Callaghan, imponendo uno stile rigoroso, mirato soprattutto alla portabilità degli abiti. Le sue collezioni riflettono la sua formazione nel mondo dell’arte. La geometria è la base della sua progettazione di moda.