Cox Patrick

Cox. Lavora in Inghilterra. È conosciuto per il suo segno moderno e anticonformista. Dal 1997 realizza anche una collezione di abbigliamento.

Cox Patrick (1963). Nato in Canada ma lavora in Inghilterra. È conosciuto per il suo segno moderno e anticonformista. Dal 1997 realizza anche una collezione di abbigliamento per uomo e donna. Ha studiato a Londra presso il Cordwainers Technical College, dove, ancora allievo, è stato notato da Westwood che lo ha chiamato a collaborare alla sua collezione autunno-inverno ’84-85. Appena diplomato, nell’85, Patrick inizia una propria linea, pur continuando a lavorare per colleghi e maison famosi: Galliano, Sui, Hamnett, Lanvin. Nel ’91, inaugura il suo primo negozio a Londra, in Symons Street.

Castet

Castet. Approda nel 1953 alla casa di moda Dior, dove, dopo 4 anni di collaborazione, comincia a disegnare la collezione Dior Londra.

Castet. Approda nel 1953 alla casa di moda Dior, dove, dopo 4 anni di collaborazione, comincia a disegnare la collezione Dior Londra. E lo fa tanto bene da ottenere il primo premio della Scuola della Chambre Syndicale de la Confection et de la Couture di Parigi, città nella quale si stabilisce. Nel ’73, firma una linea di prêt-à-porter. Nell’88, lascia la casa Dior, per aprire una sua maison.

Campbell-Walters Fiona

Campbell-Walters Fiona (1932). Modella inglese. Fu una top degli anni ’50. Figlia di un ammiraglio della Royal Navy, frequenta una scuola per mannequin.

Campbell-Walters Fiona (1932). Modella inglese. Fu una top degli anni ’50. Figlia di un ammiraglio della Royal Navy, frequenta una scuola per mannequin a Londra e, ancora ragazzina, viene fotografata da Henry Clarke. Furono la sua eleganza e il suo tratto aristocratico a renderla in breve tempo un’icona di Vogue e una delle modelle preferite da Cecil Beaton. Nel 1953, è sulla copertina di Life. Nel ’56 Fiona sposa Hans Heinrich von Thyssen. Divorziano nel ’64 dopo aver avuto due figli. Nel ’93 sposa l’Arciduca Karl d’Asburgo Lorena.

Campbell-Walters

Bill Amberg

Bill Amberg. Marca inglese di borse e pelletteria fondata nel 1984. Prende il nome dal suo proprietario e designer che firma così una linea di accessori.

Bill Amberg. Marca inglese di borse e pelletteria fondata nel 1984. Prende il nome dal suo proprietario e designer che firma, così, una linea di accessori in pelletteria donna e uomo, un laboratorio per l’ideazione e la realizzazione di oggettistica di design in pellame, un dipartimento di interior design e un negozio monomarca a Londra. Recentemente ha lanciato una linea di accessori per bambini.

Boateng Ozwald

Boateng Ozwald (1967). Lavora a Londra, dove è nato. Si propone come pioniere di quella che lui stesso definisce couture.

Boateng Ozwald (1967). Lavora a Londra, dove è nato. Si propone come pioniere di quella che lui stesso definisce couture su misura e che sviluppa trascendendo le norme tradizionali della sartoria. Inizia a disegnare le sue collezioni di moda maschile nel 1988 e, nel ’95, apre il suo primo negozio a Londra. Nel 1987 Ozwald è apparso su The Face.

Nel 2001 O-Z è il nuovo marchio che unisce la ricerca delle più moderne soluzioni sartoriali alla moda del momento. In vendita presso Debenhams. Boateng contribuisce al guardaroba di Pierce Brosnan per l’ultimo 007.

A Gennaio 2003 viene distribuita  nei negozi la prima collezione di abiti classici e casual prodotti e venduti dalla Marchpole, su disegno dello stilista. In una prima fase le creazioni saranno distribuite solo sul mercato inglese.

Leggi anche

Ozwald Boateng: 20 di moda

Bianchini-Férier

Bianchini-Férier. Seteria lionese fondata nel 1888 dall’italiano Carlo Bianchini, associato a François Aruier e François Férier.

Bianchini-Férier. Seteria lionese fondata nel 1888 dall’italiano Carlo Bianchini, associato a François Aruier e François Férier. È famosa per una sua crêpe georgette, usatissima dai sarti dell’alta moda, e per avere chiamato a disegnare stoffe artisti come Sonia Delaunay e Raoul Dufy. A 10 anni dall’avvio, la ditta già respira in grande: ha una sede a Parigi e sta per sbarcare a Londra. Nel 1909, è a New York e, nel ’22, a Montreal. Oggi, ha un archivio con 40 mila bozzetti originali.

Ally Capellino

Ally Capellino è un brand inglese fondato nel 1979 da Alison Lloyd e Jonathan Platt. Il brand raggiunge la fama per i suoi design pratici.

Ally Capellino, marchio inglese di moda creato nel 1979. Dopo gli studi di moda al Middlesex Polytechnic, Alison Lloyd (Londra 1956) apre la sua attività con il socio Jonathan Platt, inizialmente producendo solo accessori. Il curioso nome vorrebbe essere una traduzione in italiano di Little Hat, ma una volta realizzato lo sbaglio decidono comunque di tenerlo.

Dall’80 aggiungono alla produzione di accessori una linea prêt-à-porter donna, disegnata dalla Lloyd. Lo stile è una libera interpretazione della tradizione inglese. Sartoria anni ’40 e ’50, il country, i tweed, tutto riproposto in chiave moderna con un pizzico di umorismo. Per l’estate, utilizzano sempre il lino. Nell’86 varano la linea uomo, seguita nel ’90 da quella sportiva chiamata Hearts of Oak.

Ally Capellino
La designer di Ally Capellino, Alison Lloyd.

L’anno dopo, lanciano Mini Capellino, la linea per bambini. Nel ’96 interrompono la linea sportiva e optano per una “difussion line” chiamata semplicemente “ao“. Il primo negozio monomarca viene aperto a Sloane Avenue, Chelsea, nel ’97. Alison Lloyd ha sempre preferito rimanere dietro le quinte a consolidare il successo, frutto di una visione cauta, piuttosto che lanciarsi nell’altalena della moda d’avanguardia. Ha sponsorizzato una retrospettiva di Jean Michel Basquiat alla Serpentine Gallery di Londra.

Nel 1999 Alison Lloyd fonda la Capellino Design di cui è unica proprietaria. Prima cliente è la catena di magazzini Bhs per i quali crea linee di abbigliamento per uomo, donna e bambino.

Nel 2003 Goa Corporation diventa agente per l’Italia. Per l’autunno-inverno 2003, cappelli per donna in pelle e lana e guanti in cachemire ampliano l’offerta di accessori.

Nel 2008 Ally Capellino ha collaborato con la Apple per la creazione di borse per i computer per il mercato Europeo.

Ally Capellino ha aperto il suo secondo store monomarca nel 2011, a Portobello Road, Londra.

A dicembre 2019 il brand si è fuso con Authentic Bespoke Group.

Leggi anche

Accessoire Diffusion

Agent Provocateur

Agent Provocateur è un marchio inglese di biancheria intima, fondato nel 1994, oggi di fama internazionale. Tra le testimonial Bar Rafaeli e Naomi Campbell.

Agent Provocateur è un marchio inglese di biancheria intima. Nasce con il negozio Agent Provocateur aperto a Londra nel dicembre 1994 da Joseph Corre (’67), figlio della stilista Vivienne Westwood, e da Serena Rees (’68) che propongono una linea di lingerie all’insegna dell’erotismo e dell’esibizionismo. La provocazione è il motivo conduttore dei due stilisti. La loro prima campagna pubblicitaria faceva leva su questo slogan: “La settimana della moda è morta, questa è la settimana della passione”.

Agent Provocateur dal 2000 ad oggi

Nell’ottobre del 2000 apre il nuovo negozio a Los Angeles, in Melrose Avenue.

Nel 2001 il profumo creato da Azzi Pickthall e lanciato sul mercato inglese nell’agosto dell’anno prima, viene insignito del FiFi award per la miglior nuova fragranza femminile.

Nel luglio del 2002, dopo Broadwick Street e Pont Street, apre il terzo negozio londinese a Royal Exchange. In occasione dell’uscita della raccolta 40 Lic sintesi del repertorio dei Rolling Stones, il marchio di lingerie mette in commercio intimo e costumi da bagno con il marchio di fabbrica del gruppo, la linguaccia ideata da Andy Warhol per Jagger e soci. Negli ultimi anni Agent Provocateur ha annunciato una collaborazione di produzione e vendita con i grandi magazzini Mark&Spencer.

Il fondo 3i acquista il brand nel 2007 per circa 60 milioni di sterline.

agent provocateur
Naomi Campbell per agent provocateur.

La griffe, nel 2016, ha scelto Fabrizio Malverdi come amministratore delegato, dopo le dimissioni del precedente CEO, Garry Hogart. Hogart ha ricoperto la posizione per dieci anni.

Nello stesso hanno il brand ha lanciato una capsule collection con Charlotte Olympia, brand di scarpe di lusso.

Nel 2017, Agent Provocateur è stato acquistato da Four Holdings.

Tra le testimonial della griffe britannica possiamo trovare Caroline Vreeland (2019), la top model Bar Rafaeli (2016), Abbey Lee (2016), Paloma Faith (2015), Naomi Campbell (2014) e Paz de la Huert (2011).

Arzuaga

Arzuaga. È figlia d’arte: la madre Maria Luisa Navarro disegna maglieria e controlla il più grande gruppo spagnolo del settore, Elipse. Nasce a Lerna.

Arzuaga. È figlia d’arte: la madre Maria Luisa Navarro disegna maglieria e controlla il più grande gruppo spagnolo del settore, Elipse. Nasce a Lerna nei pressi di Burgos. Esordisce nel 1994 alle sfilate del prêt-à-porter femminile di Parigi. Le collezioni successive, presentate contemporaneamente a Parigi e in Spagna, hanno portato a 55 mila pezzi, venduti in 35 paesi. Le collezioni donna e uomo autunno-inverno ’97-’98 della stilista hanno sfilato sulle passerelle della London Fashion Week.

Nel febbraio del 2003, secondo passaggio milanese per Arzuaga, cara a Pedro Almodóvar. È stata la costumista di molti suoi film. Amaya porta a Milano minituniche in chiffon abbinate con gambali in pelle e bluse in lana cotta a grosse trecce.

Banks

Banks. Famoso per la sua griffe e per il suo volto: ha presentato alla Tv inglese l’unico programma dedicato al mondo della moda, The Clothes Show.

Banks. Famoso oltre che per la sua griffe, anche per il suo volto: ha infatti presentato alla Tv inglese l’unico programma di successo dedicato al mondo della moda, The Clothes Show. È nato nel Galles (Gran Bretagna) e si è poi spostato a Londra per studiare progettazione di tessuti alla Saint Martin’s School of Art. Tra il ’64 e il ’74 ha presentato i suoi modelli nella boutique Clobber, dove vendeva i suoi abiti accanto a quelli di altri giovani stilisti. Il vero successo lo premia nella seconda metà degli anni ’70, quando partecipa all’apertura della catena di negozi Warehouse.

Nel Giugno 2001, La Graduate Fashion Week, kermesse ideata da Banks e dedicata ai giovani talenti della moda inglese, compie 10 anni. È una delle più importanti vetrine al mondo per i nomi nuovi, capace di attirare più di 40 mila visitatori. Ha lanciato Stella McCartney, Antonio Berardi e Alexander McQueen.