Erwitt, Eliott

Eliott Erwitt(1928). Fotografo americano di origine russa, il cui vero nome è Elio Romano Erwitz.Autore eclettico, ha lavorato occasionalmente nella moda.

Eliott Erwitt(1928). Fotografo americano di origine russa, il cui vero nome è Elio Romano Erwitz. A due anni si trasferisce da Parigi, dove è nato, a Milano. Vi trascorre 10 anni prima di trasferirsi con la famiglia a Los Angeles, dove lavora in un laboratorio fotografico e apre, poi, un suo studio. In quella stagione, realizza soprattutto ritratti. Trasloca a New York, entrando in contatto con autori come Robert Capa (che nel 1953 lo farà entrare nell’agenzia Magnum di cui diventerà presidente nel 1969) e con il mondo della fotografia commerciale. Autore eclettico, capace di passare dal ritratto al reportage conservando la sua vena umoristica e il suo tono ironico, Eliott Erwitt ha occasionalmente lavorato nel campo della moda e della pubblicità prestando sue immagini per ditte del settore.

Erwitt Eliott
photo by Eliott Erwitt

photo by Eliott Erwitt

Potrebbe interessarti anche

Steichen: la voce del dizionario della moda

Cecil Beaton tra fotogiornalismo e moda

Demarchelier

Patrick Demarchelier è un fotografo francese. Fotografo per Elle, Marie Claire, Vogue, Glamour e altri giornali. Dal ’92 è stabilmente da Harper’s Bazaar.

Patrick Demarchelier (1943). Fotografo francese. Nasce in un piccolo paese nei dintorni di Parigi. Trascorre infanzia e adolescenza a Le Havre. A 17 anni armeggia sulla sua prima macchina fotografica. Ventenne, si stabilisce a Parigi dove diventa fotografo, prima lavorando come assistente di Hans Feurer, poi in proprio per Elle, Marie Claire e altri periodici. Nel 1975, prende casa a New York e trova subito un proprio spazio professionale collaborando a Vogue, Glamour, Mademoiselle, GQ e Rolling Stone. Demarchelier ha realizzato campagne per Revlon, Chanel e Calvin Klein. Dal ’92 lavora stabilmente per Harper’s Bazaar. Nel ’98 pubblica la monografia Forms.

photo by Demarchelier
photo by Demarchelier

Potrebbe interessarti anche

Vogue: la voce del dizionario della moda

Rolling stone un numero  per Sfera Ebbasta e le vittime di corinaldo

Ellis

Ellis Sean (1970). Fotografo inglese. Nasce a Brighton. Lavora per The Face e si afferma subito per uno stile aggressivo e insieme ironico.

Ellis Sean (1970). Fotografo inglese. Nasce a Brighton. Lavora per The Face e si afferma subito per uno stile aggressivo e insieme ironico che si rifà in eguale misura ai suoi modelli Helmut Newton e Guy Bourdin. Usa il termine “fashion story” per indicare il suo metodo che consiste nello sviluppare in più immagini un tema che corre lungo diverse pagine. Anche nei servizi di moda, si definisce un narratore.

Ellis Sean
Ellis Sean photo

Potrebbe interessarti anche

Steichen: la voce del dizionario della moda

Cecil Beaton: fotogiornalismo e moda

Evans

Evans, Jason detto Travis (1968). Fotografo scozzese. Debutta come assistente di Nick Knight. Dall’89 al ’92 lavora come free lance stylist per i-D.

Evans, Jason detto Travis (1968). Fotografo scozzese. Frequenta il corso Combinet and Media Arts allo Sheffield City Polytechnic. Debutta come assistente di Nick Knight. Dall’89 al ’92 lavora come free lance stylist per i-D. È stato pubblicato da i-D, Arena, Hommes Plus, Purple Prose. Ha lavorato per Levi’s Uk.

Potrebbe interessarti anche

i-D: la voce del dizionario della moda

Cecil Beaton: fotogiornalismo e moda

Dorys

Fotografo polacco, conosciuto per il suo eclettismo. Ritrattista, si occupa anche di reportage, paesaggio, architettura e moda.

Benedikt Jerzy Dorys (1901-1990). Fotografo polacco. Classico esempio di eclettismo professionale. Si è occupato di tutti gli aspetti del mestiere. Inizia giovanissimo a fotografare ma solo nel 1925 ne fa un’attività. La sua fama è legata all’abilità di ritrattista nello studio di Varsavia, la sua raffinatezza allo studio di procedimenti come la gomma bicromatata. Nella vita si è occupato di reportage, paesaggio, architettura e fotografia di moda.

Dorys
Dorys Benedykt Jerzy

Barbieri Gianpaolo: la voce del dizionario della moda

Richard Avedon la fotografia oltre la bellezza 

Comte

Comte diventa subito fotografo professionale iniziando a pubblicare nel 979 per la Condé Nast

Michel (1954). Fotografo svizzero. Nasce a Zurigo. Comte ha iniziato a viaggiare appena quindicenne, vivendo in Inghilterra, Stati Uniti e Francia. Senza passare attraverso il classico tirocinio da assistente, diventa subito fotografo professionale iniziando a pubblicare nel 979 per la Condé Nast su Vogue Hommes e Vogue America, ma lavorando anche per Mademoiselles e Marie Claire.

Michel Comte x Vogue Italia
Michel Comte x Vogue Italia

Comte si è affermato rapidamente come uno fra i più bravi e coerenti, grazie a uno stile solo apparentemente semplice e immediato che ricorda molto il reportage. Nell’81 si trasferisce a New York e poi a Los Angeles pubblicando per Vogue America e Vanity Fair e lavorando per Armani, Dolce & Gabbana, Nike, Swatch, Revlon. Si specializza nel ritratto creando un genere dove il soggetto è sempre ripreso frontalmente, in maniera diretta e chiara. Dal 1980 si dedica anche al fotoreportage lavorando per la Croce Rossa in Afghanistan, Iraq, Bosnia. Nel ’99 Schirmer/Mosel pubblica la sua monografia Michel Comte.Twenty Years 1979-1999.

LEGGI ANCHE:

MAN RAY: IL DADAISTA TRA FOTOGRAFIA E MODA

MOSTRA FOTOGRAFICA ALLE GALLERIE D’ITALIA: LA MILANO BOMBARDATA

Clang

Clang. John Clang è un fotografo di Singapore. Fra i suoi clienti Levi’s, Nike, Adidas, Reebok, Hermès. Pubblica su New York Times, Interview e tanti altri.

Clang. John Clang è un fotografo di Singapore. Si segnala per le sue doti nel paese di origine, prima di andare negli Stati Uniti dove si afferma definitivamente grazie al suo stile e a una forte personalità. Nel 2001 espone per la prima volta nello Studio Diane von Furstenberg di New York, la città in cui vive e lavora. Pubblica su Interview, Details, Rank, Surface, The New York Times Magazine, Nylon. Fra i suoi clienti Levi’s, Nike, Adidas, Reebok, Hermès.

Leggi anche

Diane von furstenberg x hm home: la collaborazione

Cerio Stefano

Cerio Stefano (1964). Fotografo italiano. Inizia la sua carriera a 16 anni, mentre ancora frequenta il liceo a Roma collaborando all’Esp.

Cerio Stefano (1964). Fotografo italiano. Inizia la sua carriera a 16 anni, mentre ancora frequenta il liceo a Roma collaborando all’Espresso: è un’esperienza importante che lo porta a realizzare ritratti, still-life, minireportage, fotografie di interni e di moda. Proprio in quest’ultimo settore si afferma lavorando per Moda e per King. Nell’87 Stefano si sposta a Milano realizzando campagne per Jvc e Honda dove la pubblicità e la moda si fondono in un tutt’uno, secondo uno stile che lo contraddistingue. Sviluppa contemporaneamente un’attività di ricerca che sfocia in mostre personali. Vive fra Milano e Parigi.

Bush Richard

Bush Richard (1973). Fotografo inglese. Studia letteratura francese al King’s College di Londra e alla fotografia si avvicina da autodidatta.

Bush Richard (1973). Fotografo inglese. Studia letteratura francese al King’s College di Londra e alla fotografia si avvicina da autodidatta: ciò caratterizza il suo approccio istintivo e spontaneo all’immagine, che tuttora mantiene. Collabora con l’art director Durren Ellis e pubblica il suo primo lavoro su Creative Review nel 1999. Due anni dopo, inizia la sua collaborazione con la stilista Jane How cui dedica un servizio pubblicato su i.-D. Da allora lavora per riviste come Nova, Dutch Magazine, Visionaire, Big Magazine, W Magazine.

Adams Bryan

Adams Bryan è uno dei più importanti cantanti del panorama canadere ma non solo. E’ anche un fotografo di fama internazionale.

Adams Bryan è un cantante nato in Canada, a Kingstone, nel 1959.

Inizia la sua carriera come cantante nel 1980 pubblicando il suo primo album che ha come titolo “Bryan Adams”. Il vero boom arriva però nel 1993 quando pubblica la sua prima raccolta So far So good, dove è contenuto l’allora ancora inedito singolo Please forgive me, canzone che gli permetterà di scalare le hit di tutto il mondo.

Adams Bryan: dalla musica alla moda

Amy Winehouse fotografata da Bryan Adams

Conosciuto per lo più come cantante approda nel mondo della moda in veste di fotografo. La fotografia è, infatti, dopo la musica la sua seconda passione.

Nel corso degli anni collabora con riviste internazionali come Interview, Vanity Fair e Harper’s Bazaar. Lavora con star del calibro di Gwyneth Paltrow e Cindy Crawford, fino ad immortalare nel 2006 anche la regina Elisabetta II.

Oggi Bryan è conosciuto anche in Italia come fotografo di fama internazionale, firmando anche numerose campagne pubblicitarie come quella del 2007 per la maison Hybris con Eva Riccobono.

In quanto fotografo, per l’edizione italiana del mensile Max ha ritratto Elisabetta Canalis e Laura Pausini. Mentre per la rivista Zoo Magazine ha invece fotografato Monica Bellucci.

Inoltre, ha anche fotografato alcune delle donne più importanti del mondo: da Naomi Campbell a Hillary Clinton e Jennifer Aniston.

Ma non solo. Tra i suoi soggetti non sono mancati anche molti colleghi musicisti. Ad esempio Tommy Lee, Amy Winehouse, Mick Jagger, Billy Idol,  Annie Lennox, Lana Del Rey e anche Eros Ramazzotti.