Milanovendemoda

Milanovendemoda. Rassegna varata nel 1969 dagli agenti e dai rappresentanti commerciali del settore abbigliamento, consociati in Assomoda.

Milanovendemoda. Rassegna varata nel 1969 dagli agenti e dai rappresentanti commerciali del settore abbigliamento, consociati in Assomoda. Il proposito era quello di aprire un dialogo diretto con i compratori nella città, Milano, dove cominciavano a infittirsi le sedi degli stilisti e dove si respirava una grande vitalità nel campo della moda. Di edizione in edizione, la rassegna, che si teneva al Jolly Hotel di Milano Due, vide moltiplicarsi le case, le ditte rappresentate.

Nell’82, Milanovendemoda fu inglobata da Expo Cts, l’ente che organizza le fiere per conto dell’Unione del Commercio di Milano. L’anno successivo, la rassegna, tramite un accordo con Efima e Modit, entrò a far parte del sistema moda sul palcoscenico della Fiera. Un’alleanza che, grazie alla collaborazione fra commercianti e industriali, si consolidò anche con la realizzazione, nel ’90, di un unico evento: Momi-Modamilano, gestione unitaria di Modit e di Milanovendemoda, in parallelo ai due appuntamenti stagionali di Milano Collezioni.

Leggi anche:  

Modit

Intervista a Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine 

Momi-Modamilano

Momi-Modamilano. Nasce nel 1990 dalla fusione di Modit, rassegna di prêt-à-porter ed espressione degli industriali dell’abbigliamento e Milanovendemoda.

Momi-Modamilano. Nasce nel 1990 dalla fusione di Modit, rassegna di prêt-à-porter ed espressione degli industriali dell’abbigliamento e della maglieria realizzata tramite Efima, con Milanovendemoda, manifestazione nata Assomoda e acquisita da Expo Cts per l’Unione del Commercio di Milano. Insieme a Milano Collezioni Donna, è, con circa 350 case espositrici, l’asse portante della settimana milanese della moda femminile che si tiene due volte all’anno, a fine settembre e fine febbraio. Le sezioni che costituiscono il percorso di Momi-Modamilano sono diverse. Accessorio Moda, Boutique, Contemporary, Complementary-Bijoux, ma anche New Design-Borsino Stilisti, Studio. La manifestazione conta circa 21 mila visitatori da 95 paesi.  Chiude in positivo il salone del prêt-à-porter con un incremento di visitatori del 9,4 per cento.

Ottimo livello d’affari per le 300 aziende espositrici. Il 68,4 per cento gli operatori è italiani, e considerevole aumento degli stranieri. Infatti la Francia che raddoppia, la Spagna (più 40,4 per cento), la Grecia (più 58,2), il Portogallo e gli Usa, oltre alla Russia (più 30,7) e al Giappone (più 54).

Le novità del Momi Moda MIlano e la sua fine

Tra le novità di MomiArteEvents, tre performance artistiche. Tra queste i-Dress-undress con gigantografie e video di Matt Jones sul tema dello striptease. Ma anche Leeta Harding: Photographs, con sessanta foto di moda, ritratti e vita newyorkesi e Welcome Tothe Future Planetofstyle, con creazioni eclettiche e futuristiche del gruppo di artisti AsFour. Si è chiuso ufficialmente il Momi, la cui eredità stilistica verrà raccolta da Milanovendemoda e Modit. Ne dà notizia il comunicato stampa con questa motivazione: “Divergenze strategiche tra Expo Cts ed Efima, le due società partner in Promozione Moda Italia (Pmi) (titolare del marchio Momi-Modamilano), hanno decretato la messa in liquidazione di Pmi e la conseguente suddivisione della rassegna di prêt-à-porter in due manifestazioni separate, Milanovendemoda e Modit”.

Leggi anche: 

Pitti Immagine

https://www.mam-e.it/moda/Intervista a Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine

Sposaitalia

Sposaitalia. Rassegna organizzata da Expo cts ed Efima che, ogni anno, presenta a Milano in anteprima le collezioni di abiti e accessori per la moda

Sposaitalia. Rassegna organizzata da Expo cts ed Efima che, ogni anno, presenta a Milano in anteprima le collezioni di abiti e accessori per la moda dedicata alla sposa e alla cerimonia. Vi partecipano più di 100 aziende, leader del settore sui mercati internazionali. Arrivano visitatori da circa 50 paesi. Dal 1998 Sposaitalia si tiene nel mese di luglio. Il Salone, cuore di un settore fortemente creativo e al contempo industriale, offre anche eventi di immagine, qualificati servizi innovativi, fra cui l’area dedicata alle tendenze moda, incontri di studio, analisi di mercato e mostre di costume e cultura della moda.