Poliestere

Poliestere. Fibra sintetica. Il 70 per cento delle fibre sintetiche si classificano tra i poliestere e i poliammidici. Nel ’63 la Du Pont lanciò il Dralon.

Poliestere. Fibra sintetica. Il 70 per cento delle fibre sintetiche si classificano tra i poliestere e i poliammidici. Nel ’41 Winfield e Cickson della Caloco Printer’s Association proposero la prima fibra.

Nel ’63 la Du Pont lanciò il Dralon. Le fibre poliestere non prendono pieghe, asciugano rapidamente, mantengono la forma. Non si accorciano né si stringono. Hanno un debole assorbimento di umidità e resistenza agli agenti chimici, ai solventi, ai microrganismi. A lana, seta, cotone aggiungono brillantezza, resistenza, bella cadenza. Hanno solo bisogno di processi speciali per le tinture e per garantire l’eliminazione di traspirazione e vapore.

Poliestere
Giacca in poliestere

Leggi anche:

Cotone-made-in-italy-100%-la-filiera-è-pugliese

Lanacotta

Plunkett, Roy

Roy Plunkett (1910-1944). Chimico statunitense dei laboratori Dupont, inventore, negli anni ’30, del teflon, il “materiale più scivoloso del mondo”.

Roy Plunkett (1910-1944). Chimico statunitense dei laboratori Dupont, inventore, negli anni ’30, del teflon (politetrafluoroetilene), definito dal Guinness dei primati il “materiale più scivoloso del mondo”. Impiegato dapprima come rivestimento antiaderente per le batterie da cucina. Questo polimero ha conosciuto una certa fortuna anche nell’industria dell’abbigliamento. Ideale per calze sportive morbide e confortevoli, che diminuiscono l’attrito tra il piede e la scarpa.

Plunkett
Calze in teflon

Leggi anche:

Bonne-Maison: che-calze-ragazze

Cotone

Nylon

Nylon. Marchio della Du Pont depositato nel 1935 e commercializzato dal ’38. La ricerca sui perpoliammidici lo portò al successo.

Nylon. Marchio della Du Pont. Lo hanno depositato nel 1935 e commercializzato dal ’38. Originariamente poliammide 66, la ricerca sui perpoliammidici lo portò al successo. Versatile, resistente, fu oltretutto esaltato dalle carenze di materie prime negli anni ’40, nel periodo della guerra. Il nome viene attribuito a tutti i poliammidi a catena lunga e agli ammidi.

L’aneddotica, peraltro smentita, vuole che il nome indicasse la disfatta giapponese con le iniziali della frase: “Now You’ve Lost Old Nippons”.

Nylon

Leggi anche:

Nipon, Albert e Pearl

Pitti Immagine-uomo-2020-e-la-moda-sostenibile

Nipon, Albert e Pearl

Nipon. Albert e Pearl. Industriali americani dell’abbigliamento. Albert Nippon di Filadelfia, nel ’53, sposa la stilista Pearl Schluger di Filadelfia.

Nipon. Albert e Pearl. Industriali americani dell’abbigliamento. Albert Nipon è nato a Filadelfia nel 1927, dove si è laureato alla Temple University nel 1951. Nel ’53, sposa la stilista Pearl Schluger anche lei nata a Filadelfia nel ’27.

Dopo aver lavorato presso la ditta Du Pont, Albert prende le redini dell’azienda della moglie e inizia a produrre vestiti pré-maman fatti di un solo pezzo. Venduti nel grande magazzino Sacks di New York questi abiti riscuotono un grande successo tanto da indurre i due coniugi ad aprire una catena di negozi al dettaglio le cui linee includono una vasta gamma di abiti premaman.

Nel ’72 la coppia costituisce la Albert e Pearl Nipon Inc. specializzata anche in sportswear.

Nipon

Leggi anche:

Kate Middelton-premaman-in-alexander-mcqueen

Columbia Sportswear Company

Lycra

Lycra marchio dell’elastomero tra i più noti della Du Pont, è sul mercato dal 1959: poliuretano segmentato mista con altre fibre

Lycra marchio dell’elastomero tra i più noti della Du Pont, è sul mercato dal 1959: poliuretano segmentato da iscrivere genericamente tra le fibre sintetiche elastan in mista con altre fibre. Consente l’allungamento del filo fino a sette volte. Estremamente sottile, la fibra è bianca, opaca, trasparente. Tecnicamente evoluta nel tempo, ha mantenuto e accresciuto le sue caratteristiche di elasticità. Utilizzata prima nell’intimo, dagli anni ’90 interviene in modo massiccio nei filati, nei tessuti stretch, negli elasticizzati.

Leggi anche:

Taffetà

Nylon

Gabriele Colangelo: un sofisticato minimalismo