Ditta Villa

Ditta Villa è una casa modellistica fondata negli anni ’30 da Aristotele Guido, un giovane imprenditore, che rileva la sartoria Villa di Milano

Casa modellistica italiana. All’inizio degli anni ’30, Aristotele Guido, un giovane imprenditore leccese, rileva la sartoria Villa in corso Concordia 12 a Milano e la trasforma nella prima Casa Modellistica italiana che produce con i propri disegnatori modelli esclusivi per le sartorie.

Era da poco scattato il decreto fascista. Esso imponeva agli atelier di produrre moda autonoma italiana. Ovvero, non su modelli acquistati a Parigi, almeno per il 50% delle loro collezioni. Inoltre, si prevedeva un’approvazione con marchio d’oro dell’Ente Nazionale della Moda. Nel dopoguerra torna a trionfare Parigi.

Direttrice Eva Arpini, primo disegnatore Giuseppe Biffi, la Ditta Villa compra tele e carte di Dior, Balmain, Givenchy e originali Balenciaga e Chanel per riprodurli con i tessuti importati da Satam o da Gandini. La collezione è solo per le grandi sartorie italiane come Fercioni, Ferrario, Stop Senes, Zecca, Barraco, Trottmann. In seguito, la Ditta Villa diventa anche pellicceria con modelli di Dior e Fath. Quando, negli anni ’60, chiude è Krizia a subentrare nella sede di via Agnello.

Leggi anche:

Polimoda

OUTFIT KRIZIA RESORT 2019