Desigual

Desigual. Marchio di moda spagnolo, fondato nel 1984 dall’imprenditore svizzero Thomas Meyer. Caratteristiche del brand sono le stampe e il patchwork, colori vibranti e tanta creatività.

Positività, allegria e tolleranza. Questi sono i valori alla base della griffe che veste sia adulti sia bambini. Il team è composto all’incirca da 25 creativi, chiamati ad immettere sul mercato quasi 1000 articoli l’anno. 

Nel 2011 l’etichetta ha iniziato una fruttuosa collaborazione con lo stilista Christian Lacroix, contribuendo al successo planetario di Desigual. La partnership è destinata a durare negli anni, sino al 2020: capi che tracciano una linea invisibile tra ready-to-wear di alto livello alla moda più quotidiana. Stampe e colori sono sempre protagoniste come inno della gioia di vivere.

Un look Desigual firmato Christian Lacorix

Nel 2014 la casa di moda è stata criticata aspramente per una campagna controversa per la festa della mamma. L’ADV, infatti, mette sotto i riflettori una donna che buca un preservativo, ingannando il partner pur di concepire un figlio. L’opinione pubblica, specialmente spagnola, non ha visto di buon occhio questa pubblicità perché rea di dare una cattiva informazione sulla sessualità e di fornire un’immagine superficiale alla maternità.

Nel 2017 Jean-Paul Goude (noto per aver collaborato con Kenzo, Lacoste ed Hermès)  diventa il primo direttore creativo del marchio. Il sodalizio, però, dura solo 2 anni e mezzo rispetto ai tre anni previsti da contratto. 

Nel 2020 il marchio registra un nuovo capitolo della sua storia, a partire dal logo. Cambia anche la comunicazione e rafforza le piattaforme digitali. Il processo di trasformazione, messo in atto dall’azienda, comporta anche un cambiamento nella filosofia e nelle sue risorse nonché anche una strategia verso nuovi approvvigionamenti eco-sostenibili. 

 

Leggi anche

Bella Hadid è la nuova voce dell’Enciclopedia della Moda di MAM-e.it