Starck, Philippe

Philippe Starck, designer francese. Ha collaborato con i più grandi nomi del panorama della moda e del design in generale.

Philippe Starck(1949). Designer francese. Per Wolford, ha creato il collant abito a sei combinazioni. Per la K.Way, il giaccone impermeabile Wet Duke Starck mentre con Technogel per il calzaturiere Otto Block, suole in poliuretano ricoperto da un tessuto tridimensionale. Nasce a Parigi, figlio di un costruttore aeronautico. A 20 anni è direttore artistico di Pierre Cardin. Gira il mondo, si stabilisce negli Stati Uniti, ma poi torna in Francia nel ’76. Progetta Les Bains Douches, un famoso night club, e, nell’84, il Café Coste accanto al Beaubourg, gli show room di Balmain e di Dorothée Bis e l’appartamento all’Eliseo di Franµois Mitterand. Fra i suoi oggetti, uno spremiagrumi per Alessi, gli spazzolini da denti di Fluocaril e una moto per Aprilia.  Crea una serie di orologi per la Fossil. L’Eurostar, il treno ad alta velocità, ha nominato direttore artistico Philippe Starck, stanziando almeno 115 miliardi di lire per il restyling. Disegna una linea di borse, zaini, cartelle per Samsonite.

Oggi ricopre la carica di professore alla Domus Academy di Milano e alla École Nationale des Arts Décoratifs di Parigi.

Leggi anche:

 Addio Pierre Cardin, lo stilista aveva 98 anni 

Laura Biagiotti obbliga Balmain a cambiare logo 

Pineau, Ronald

Ronald Pineau. Designer francese di scarpe. Nasce a Nantes. Studia marketing. Dal 1984 al ’90, apre tre boutique multimarca, all’insegna di The Avantgarde.

Ronald Pineau (1966). Designer francese di scarpe.

Pineau

Nasce a Nantes. Studia marketing. Dal 1984 al ’90, apre tre boutique multimarca, all’insegna di The Avantgarde. Successivamente crea collezioni di scarpe per Palladium e Kickers e imposta la filosofia estetico-commerciale dei loro negozi. Nel 1995, vara il suo marchio, Ron Orb: calzature e borse. Apre uno show room a Parigi.

Pineau

Leggi anche:

Christian-Louboutin: il-re-della-suola-rossa-compie-gli-anni

CHURCH’S

Audibet, Marc

Audibet Marc è un designer francese. Nella sua carriera, tra i tanti, ha collaborato con Ungaro, Cerutti, Hermès, Prada e Ferragamo.

Marc Audibet è un designer francese. Esordisce nel 1971 come assistente di Emanuel Ungaro per l’alta moda. Dal ’72 è lo stilista delle collezioni maschili del Lanificio dei fratelli Cerruti e nel ’75 lo affianca per il lancio della prima collezione donna. Tra il ’77 e l’81 disegna le linee uomo di Christian Aujard e collabora con Basile e Laura Biagiotti. Usa soprattutto tessuti all’avanguardia. Disegna forme dinamiche. Lancia la sua griffe di prêt-à-porter femminile nell’84: resterà sul mercato fino all’estate ’88. Parallelamente alla sua griffe crea per altri marchi. Nel ’91, per due stagioni, firma una linea di maglieria. Dal ’92 collabora con Hermès e Prada per le collezioni donna.

Audibet Marc
Due look presentati dallo stilista francese nel 1987 per la collezione primavera/estate 1988.

Nel 1999 lo stilista inizia a collaborare con Salvatore Ferragamo. Disegna la collezione donna della maison.

Ad Ottobre 2001 abbandona la Ferragamo dopo quattro stagioni, gli succede lo stilista scozzese Graeme Black, reduce da sette anni di collaborazione con Armani.

Dal 2002 al 2006 Marc Audibet è stato il creative director di Cesare Piaciotti,  un’azienda di calzature.

Nel 2007 Marc Audibet ha contribuito al rilancio di Vionnet.

Dopo questa esperienza Audibet ha collaborato con altri brand di alta moda, tra cui troviamo Max Mara e Krizia.

Marc Audibet
Marc Audibet fotografato da Ivan Terestchenko.

Nel 2007 Marc Audibet ha contribuito al rilancio di Vionnet, sodalizio interrotto solo dopo un anno. La motivazione lasciata dal diretto necessario “Il management non è stato in grado di fornirmi le condizioni finanziarie e materiali indispensabili per realizzare le collezioni e, ai miei interrogativi, non ha saputo fornire risposte.”

Dopo queste esperienze Audibet ha collaborato anche con altri brand di alta moda internazionale, tra cui  Max Mara e Krizia.