Lalonde, Alain

Lalonde Alain. È un imprenditore tessile di Parigi. Assume la direzione dell’azienda familiare nel 1958. La svecchia alleandosi a giovani stilisti.

Lalonde Alain (1913-1974). È un imprenditore tessile di Parigi. Assume la direzione dell’azienda familiare nel 1958 e la rinnova.

Alain si allea a giovani stilisti che il suo fiuto scopre e il suo portafoglio foraggia. Da Emanuelle Khanh a Christiane Bailly e a Daniel Hechter nel 1965.

L’azienda scompare alla morte del suo proprietario.

Leggi anche:

La-storia-non-raccontata-di-Ann Lowe

Christian Louboutin-il-re-della-suola-rossa-compie-gli-anni

Hechter, Daniel

Hechter. Si può annoverare fra i divulgatori dell’abbigliamento sportswear anche in città.Nel 1962 ha realizzato la sua prima collezione per le donne.

Hechter. Si può annoverare fra i divulgatori dell’abbigliamento sportswear anche in città. Figlio di un imprenditore tessile, nel 1962 ha esordito con la sua prima collezione dedicata alla donna, seguita nel ’65 da quella per bambini e nel ’68 da quella maschile. Fra i suoi estimatori Sylvie Vartan, Anouk Aimée, Johnny Hallyday. Nel ’71 scende in campo nei capi per lo sport attivo (sci e tennis) e nel ’76 debutta negli accessori (cinture, piccola pelletteria, occhiali). Nel ’97, decide di dare carta bianca per le sue linee a una giovane stilista tedesca, Grit Seymour.
1999. Il gruppo tedesco Miltenberger Otto Aulbach, che si occupa della rete di vendita e dello sviluppo, acquista la maison. La società funziona con un sistema di licenze differenziate in linee di abbigliamento, lingerie, scarpe, costumi da bagno, biancheria per la casa.
2003. Presenta le collezioni uomo, donna e sportswear per l’autunno-inverno 2004 nel nuovo show room aperto in Germania, al porto di Düsseldorf.

hechter

Leggi anche:

Categoria Sport MAM-e.it

Morto Giorgio Gucci, erede del fondatore della storica griffe