Taylor, Rebecca

Taylor Rebecca (1969). Stilista di origine neozelandese. All’età di 22 anni, lascia il suo paese. Propone uno stile che punta alla femminilità

Rebecca (1969). Stilista di origine neozelandese. All’età di 22 anni, appena diplomata alla Massey University Design School, lascia il suo paese per trasferirsi a New York. Entra nel mondo della moda dalla porta di servizio, preparando, come racconta la sua biografia, “trecento sandwiches al tonno per gli ospiti della sfilata di Cynthia Rowley”.

Lavora intensamente per 5 anni e infine incontra Elizabeth Bugdaycay, con la quale decide di fondare la propria etichetta di abbigliamento per donna. Esordisce nel ’99 durante la settimana della moda newyorchese. Il successo è immediato.

Taylor rebecca propone uno stile che punta alla femminilità, mischiando suggestioni vintage degli anni ’60 e ’70. Il cardigan di cachemire rosa stampato a macchie di leopardo, da indossare sia con i jeans sia su un abito da sera, diventa l’emblema della sua estetica. Altri elementi caratteristici sono l’uso di colori brillanti (il nero è completamente bandito) e la predilezione di tessuti naturali.

Nel 2000 viene nominata per il prestigioso premio Perry Ellis riservato a un giovane designer di abiti femminili. Tra le sue clienti figurano le attrici Cameron Diaz, Jennifer Lopez e Courtney Love. Sono suoi molti dei vestiti indossati dalle protagoniste della serie televisiva Sex and the City. Nel 2000 viene insignita del premio Perry Ellis Designer come nuovo talento della moda.

taylor rebecca

Leggi anche:

Runway360, ecco come sarà la New York Fashion Week 2020

Jlo lancia la sua linea di scarpe