McFadden, Mary

McFadden, Mary (1938). Stilista americana. Di ispirazione etnica, ha fatto largo uso di tessuti africani e cinesi nelle giacche trapuntate.

Mary McFadden (1938). Stilista americana. Di ispirazione etnica, ha fatto largo uso di tessuti africani e cinesi nelle giacche trapuntate e nelle tuniche di seta a pieghe in stile Fortuny. Nata a New York, ha vissuto tutta l’infanzia in una piantagione di cotone vicino a Memphis nel Tennessee. Laureata in sociologia alla Columbia University, dal ’62 al ’64 si è occupata di relazioni pubbliche per Dior a New York. Nel ’65, McFadden si è trasferita in Sud Africa dove ha lavorato come redattrice di moda per Vogue. Nel ’68, si è spostata in Zimbabwe aprendo un atelier per giovani scultori africani. Rientrata a New York, nel ’76 ha fondato la sua società disegnando anche parecchi abiti da sera dalle stoffe luminose e vivaci. Ha ricevuto il Coty Award nel ’78 e oggi fa parte del Council of Fashion Designers of America.

La lista dei premi ricevuti si amplia con un secondo Coty Award, un Neiman Marcus Award e il riconoscimento della Rhode Island School of Design. La designer di origini irlandesi è oggi presente in due Halls of Fame d’America: al Coty Hall e nella Best-Dressed List Hall of Fame. 2002, marzo. A South Beach le viene consegnato il Fashion Week of the Americas alla carriera, perché “leggenda americana della moda e innovatrice a livello internazionale”. Per la prima volta da quando è stato istituito, nel 1999, il premio va a una creatrice non ispanica.

Leggi anche: 

 Giocare con il mondo della moda, il messaggio della Dior Pre Fall 

 Mario Fortuny, una storia di famiglia 

Julian, Alexander

Julian. Il marchio produce accessori, eyewear, borse, jeans, scarpe ma Julian ha varato anche una linea di oggetti di arredamento per la casa.

Alexander Julian. Nato a Chapell Hill, nella Carolina del Nord comincia giovanissimo a lavorare nel negozio di abbigliamento maschile del padre. “Mio padre”, ama ricordare il designer, “mi ha insegnato a occuparmi del business come dell’estetica”. Nel 1975 si trasferisce a New York e due anni dopo, ventinovenne, vince il primo dei cinque Coty Award per l’Outstanding Menswear che costelleranno la sua carriera. Passano pochi anni e diventa il più giovane stilista a essere accolto nella Coty Fashion Hall of Fame. Il marchio produce accessori, eyewear, borse, jeans, scarpe ma Julian ha varato anche una linea di oggetti di arredamento per la casa. Nella sua carriera lo stilista ha ideato inoltre i colori delle auto e le uniformi per i piloti della scuderia Indianapolis di Paul Newman. Anche la squadra Nba degli Charlotte Hornets ha affidato a Julian il restyling delle proprie divise da gioco.

Leggi anche: 

Newman

Diane Von Furstenberg e Hm Home, la collaborazione