Cosmopolitan

Cosmopolitan è un mensile femmine francese. Vuole essere la rivista delle donne che parlano di tutto e sono pronte a scoprire qualcosa di nuovo.

Cosmopolitan. Mensile femminile francese. Debutta nel 1973, sulla scia dell’americano Cosmo. Sin dal primo numero, proclama di voler essere la rivista delle donne che parlano di tutto e sono pronte, ogni giorno, a scoprire qualcosa di nuovo. Su Cosmopolitan si discute liberamente, con grande humor e originalità, di moda, bellezza, problemi sessuali. Negli anni ’70 il mensile introduce l’argomento della coppia e della parità dei sessi, inserendosi così nel grande dibattito femminista.

copertina cosmopolitan

Leggi anche: 

Suzy Menke lascia Vogue dopo sei anni

Vogue la voce del dizionario della moda

Sandonnini, Stefano

Stefano Sandonnini. Fotografo italiano. Formatosi all’Istituto Europeo di Design di Milano, collabora con Bob Krieger e poi con Fabrizio Ferri.

Stefano Sandonnini (1969). Fotografo italiano. Formatosi all’Istituto Europeo di Design di Milano, collabora con Bob Krieger per importanti campagne pubblicitarie e poi, negli Stati Uniti, con Fabrizio Ferri.

Diviso fra la passione per lo sport (cui ha dedicato nel 2002 un libro di ritratti di atleti Sport Passion) e quello per la fotografia, si dedica a servizi di moda che pubblica su Cosmopolitan, Harper’s Bazaar, Esquire.

Leggi anche:

Helmut Newton-fotografie-tra-innovazione-e-provocazione

Newton, Helmut

Pontremoli, Patrizia

Pontremoli Patrizia (1942). Giornalista. Ha diretto Cosmopolitan. Quando nel ’79 Laura Bonaparte lascia la direzione di Cosmopolitan

Patrizia (1942). Giornalista. Ha diretto Cosmopolitan. Quando nel ’79 Laura Bonaparte lascia la direzione di Cosmopolitan per entrare in Rizzoli, Pontremoli, che nel ’63 ha sposato l’editore Giuseppe Della Schiava, ne prende il posto. Nel ’90, con Adriana Cavedini, crea Astrodonna, un femminile di astrologia. Resta alla guida di Cosmopolitan fino alla chiusura della rivista nel ’97.

Leggi anche:

Grazia

Meghan Markle guest editor di Vogue

Harry Styles, icona del gender fluid. É sua la copertina di Vogue

Olivieri, Renato

Olivieri Giornalista e scrittore. Ha diretto Grazia. Comincia la sua attività nei primi anni ’50 a Torino, al Popolo Nuovo. Poi incontò Mondadori

(1925). Giornalista e scrittore. Ha diretto Grazia. Comincia la sua attività nei primi anni ’50 a Torino, al Popolo Nuovo. Ma l’incontro con la moda avviene nel ’53, quando Arnoldo Mondadori lo assume nella redazione di Grazia, il più importante settimanale femminile del momento. Dopo qualche mese è lo stesso fondatore della casa editrice ad affidargli la direzione, che Olivieri mantiene per quasi 20 anni. Sotto la sua influenza, la rivista si apre senza indugi al costume e all’attualità e si trasforma da giornale femminile a vero magazine familiare.

Dopo una parentesi a Casaviva, la rivista di arredamento da lui fondata e da cui prenderanno spunto numerosi periodici analoghi, Olivieri assume la direzione di Arianna, che in quegli anni si fonde con Cosmopolitan. Attento osservatore delle tendenze della stampa americana, il direttore riporta nel suo giornale quei modelli rivoluzionando la grafica e il modo di porgere le notizie. La sua esperienza alla direzione del mensile dura 3 anni, dopo di che gli vengono affidate funzioni di direzione editoriale.

Leggi anche:

I 20 libri (+1) di moda da leggere e regalare per Natale 

Made in Italy: la fiction sui grandi della moda italiana degli anni ’70

Dell’Aquila, Mariantonietta

Dell’Aquila Mariantonietta (1937-1999). Giornalista di periodici specializzati. Assunta in Rizzoli nel ’58 come redattrice di moda di Annabella

Dell’Aquila Mariantonietta (1937-1999). Giornalista di periodici specializzati. Assunta in Rizzoli nel ’58 come redattrice di moda di Annabella, vi resta per quasi 10 anni. Nel ’69 passa alla Mondadori, prima ad Arianna, poi a Cosmopolitan. Nel ’76 progetta e dirige il mensile Doppiovù. Nel ’79 è a Cento Cose e poi di nuovo in Rizzoli, ad Amica. È vicedirettore di Elle dall’88 al ’94, quando è chiamata al timone di Brava Casa.

Potrebbe interessarti anche

Cosmopolitan: la voce del dizionario della moda

Arianna

Arianna: mensile italiano edito dalla Mondadori dal 1957 al ’73. Fin dal primo numero, uscito in aprile, con Rosanna Armani come ragazza di copertina…

Arianna è il mensile italiano edito dalla Mondadori dal 1957 al ’73. Fin dal primo numero, uscito in aprile, con Rosanna Armani come ragazza di copertina, Arianna cerca di rivolgersi a un pubblico emancipato, a una donna già parzialmente proiettata all’esterno della sfera familiare. La pubblicazione fa parte di una rosa di innovative iniziative editoriali della Mondadori di cui il settimanale Epoca è la punta di diamante. Si cerca un complessivo svecchiamento delle testate per far fronte alla agguerrita concorrenza dei periodici della Rizzoli. Direttore e fondatore del mensile è Lamberto Sechi, che più tardi guiderà Panorama. Gli succede Gianni Baldi.

arianna
Lamberto Sechi

Dopo una fase di discreta affermazione, il periodico comincia a navigare in cattive acque. La crisi è irreversibile e il mensile viene praticamente cancellato, attraverso il radicale restyling che lo manderà in edicola con formato completamente diverso sotto la testata di Cosmopolitan-Arianna, un giornalone che ammicca alle aree moderate del femminismo.