Settembrini, Luigi

Luigi Settembrini. Esperto di comunicazione e immagine. Diversi i progetti per la promozione della moda come lunguaggio della cultura contemporanea.

Luigi Settembrini (1937). Nasce a Milano da genitori napoletani, i cui cognomi Settembrini e Murolo stanno nella storia politica e artistica della città partenopea. È considerato uno dei maggiori esperti italiani della comunicazione e dell’immagine. Negli ultimi anni si è dedicato prevalentemente al rilancio del polo fieristico del tessile-abbigliamento fiorentino, alla ideazione e realizzazione di progetti di city marketing, alla promozione della moda come linguaggio fondamentale della cultura contemporanea, alla promozione del cross-over tra i sistemi dell’arte e della comunicazione del nostro tempo.

Sue sono quasi tutte le maggiori realizzazioni dedicate alla cultura internazionale della moda. Tra queste, la mostra Nascita della Moda Italiana con Luca Ronconi e Gae Aulenti (Palazzo Strozzi, ’92 e Museo del Louvre ’93); la sezione relativa alla moda della mostra The Italian Metamorphosis 19431968 (Guggenheim Museum, ’94); l’evento G.A. Story per la regia di Bob Wilson, prodotto da Pitti Immagine in occasione del Summit Europeo a Firenze (Stazione Leopolda, ’96). L’ideazione della Biennale di Firenze di cui, insieme a Germano Celant e a Ingrid Sischy, ha curato la prima edizione inaugurata il 21 settembre 1996. Particolarmente notevole, in termini di case history, il rilancio del polo fieristico fiorentino del tessile-abbigliamento (’84-96), dovuto in parte anche alle sue innovative strategie di immagine e comunicazione.

Leggi anche: 

 Milano: Gae Aulenti e la poesia della luce 

Intervista a Raffaello Napoleone amministratore delegati di Pitti Immagine

Italian Fashion School

Italian Fashion School.  Corsi di studio organizzati a Milano dalla Camera della Moda, mirati a formare professionisti. Durano 8 mesi, di cui tre di stage.

Italian Fashion School.  Corsi di studio organizzati a Milano dalla Camera della Moda, per formare professionisti. L’obbiettivo è creare figure che abbiano una preparazione di base e conoscenze specifiche per coprire soprattutto le nuove necessità del settore”. Nel 2001, è, per esempio, nato il corso per Art Director Corporate Image. Il corso affianca  quelli per Fashion Buyer, Progettista e Responsabile Ricerca-Sviluppo Multimediale. Le materie base sono: marketing, comunicazione, lingua inglese, merceologia, informatica. I corsi, finanziati dal Fondo Sociale Europeo e dalla Regione Lombardia, sono gratuiti. Durano 8 mesi, di cui tre di stage presso le griffe associate alla Camera della Moda. Italian Fashion School, è previsto un esame d’ammissione anche per i laureati e i diplomati, perché è stato stabilito un tetto massino di 18 allievi.

Leggi anche: 

Istituto Marangoni

Accademia Costume Moda ai tempi del coronavirus