Rubin, Singer

Rubin Singer. Nato a Vienna ma cresciuto a New York, Singer debutta nel 2007 alla New York Fashion Week con la collezione omonima.

Singer. Nato a Vienna ma cresciuto a New York, Singer debutta nel 2007 alla New York Fashion Week con la collezione omonima. Nelle sue creazioni si ispira all’alta moda russa, rifacendosi così alle proprie radici culturali. Abiti, pantaloni e T-shirt presentano uno stile sensuale, dato dai tagli di sbieco, dalle stampe originali, dal colori forti. Le collezioni di Singer sono vendute negli Stati Uniti, in Giappone, Arabia Saudita e Turchia.

Rubin_Singer_Fall_2016
Rubin Singer Fall_2016

Leggi anche:

La Tom Ford ss20 delude la New York Fashion Week

New York Fashion Week 2020 si digitalizza: crisi moda USA

Feng, Han

Han Feng. Lavora a New York dove è approdata nell’86. È qui che comincia a creare dei foulard stropicciando degli scampoli.

Han Feng. Lavora a New York dove è approdata nell’86 senza sapere una parola d’inglese e cominciando a guadagnarsi il pane come vendeuse da Bloomingdale’s e successivamente come operaia in una fabbrica di tessuti. È qui che comincia a creare dei foulard stropicciando degli scampoli. Li vende agli amici e conquista i banconi di Barney’s, di Bergdorf Goodman. Un buyer di questi grandi magazzini fiuta il suo talento e le ordina una serie di camicie. È il suo lancio. Nel ’93 Han Feng presenta la sua prima collezione di prêt-à-porter mirata a donne che, come lei, vivono freneticamente le loro giornate senza potersi cambiare secondo le occasioni. I suoi colori sono forti, i tagli semplici. I suoi abiti in organza, la sovrapposizione dei tessuti e l’uso delle sete ricordano Gigli e Miyake. Sfila regolarmente nella Settimana della moda a Manhattan.

2002, ottobre. In occasione della mostra The Fur Show Beijing 2002 organizzata da Saga Furs di Scandinavia e dall’International Fur Trade Federation, è tra gli 11 stilisti invitati (italiani, francesi e americani). Nella sfilata allo Shangri-La Hotel di Pechino presenta circa 10 pellicce.

Potrebbe interessarti anche:

Yamamoto: la voce del dizionario della moda

Exor, la holding della famiglia Agnelli punta sul mercato della Cina