Cucinelli, Brunello

Fondatore, presidente operativo e creative designer dell’omonimo marchio di abbigliamento Brunello Cucinelli nasce a Castel Rigone (Perugia) nel 1953.

Le origini

Brunello Cucinelli, fondatore dell'azienda
Brunello Cucinelli, fondatore dell’azienda

Fondatore, presidente operativo e creative designer dell’omonimo marchio di abbigliamento Brunello Cucinelli nasce a Castel Rigone, in provincia di Perugia nel 1953. Nel ’72 si diploma come geometra e si iscrive alla facoltà d’ingegneria, che però abbandona poco più tardi. A partire dal 1978 inizia poi la carriera da imprenditore, proponendo come sua cifra distintiva il cashmere colorato.

 Il celebre cashmere Cucinelli
Il celebre cashmere Cucinelli

Nel 1982 sposa Federica Benda, dalla quale ha due figlie. Successivamente si trasferisce a Solomeo, dove acquista il castello trecentesco del borgo. Qui nel 1987 inaugura la nuova sede aziendale.

Fondazione Brunello Cucinelli

Brunello Cucinelli, Foro delle Arti
Il Foro delle Arti

Portato istintivamente alla conoscenza, Brunello si dedica agli studi umanistici (in particolar modo alla filosofia). Inizia inoltre un’attività di recupero e riqualificazione dell’antico paese. Realizza, infatti, spazi dedicati all’incontro e alla cultura.

Il luogo prescelto per il progetto di ristrutturazione è il complesso architettonico e paesaggistico del Foro delle Arti. Sotto l’egida della Fondazione Brunello Cucinelli, vengono realizzati un teatro, un anfiteatro e un’accademia Neoumanistica con all’interno una preziosa biblioteca.

Premi e riconoscimenti

 Campagna pubblicitaria 2011
Campagna pubblicitaria 2011

Nello stesso periodo Cucinelli conduce la sua impresa ai più importanti successi. Si ispira ai grandi ideali dell’uomo: etica, dignità e morale.

Dagli inizi del 2000 il suo lavoro imprenditoriale e umanistico viene celebrato da una serie di prestigiosi riconoscimenti nazionali e internazionali come la Presidenza del Teatro Stabile dell’Umbria ed il Premio Ernst and Young come imprenditore italiano dell’anno (2009). Ricordiamo anche il Premio Leonardo Qualità Italia (2010), consegnato al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Cavalierato della Repubblica Italiana.

Infine, gli è stata attribuita anche la laurea Honoris Causa in Filosofia ed Etica delle Relazioni Umane conferita dall’Università degli Studi di Perugia.

Nel 2011 l’azienda Bruinello Cucinelli è presente con le sue collezioni di cashmere in più di 1000 negozi multibrand, 50 monomarca e numerosi “shop in shop” sparsi nei vari high department store del mondo. Essa è ormai riconosciuta a livello mondiale come uno dei più importanti brand nel settore del lusso.

Cividini

Cividini debutta nel 1987 con una collezione di maglieria in cashmere. Nasce con una precisa missione: fare del cashmere, un’espressione di moderno design.

Cividini debutta nel 1987 con una collezione di maglieria in cashmere. Nasce con una precisa missione: fare del cashmere, fino allora confinato entro i confini del classico, un’espressione di moderno design. Senza perdere la più genuina tradizione della manifattura artigianale e recuperando i segreti e i ritmi dei maestri magliai.

Il successo, prima di critica e poi commerciale, induce Miriam e Piero Cividini, partner nella vita e nel lavoro, a declinare il loro concetto di lifestyle anche su altri prodotti che oggi compongono l’intera collezione .Alla base del loro lavoro, materie prime nobili e pregiate il cui valore è risaltato da un design puro e rigoroso. Viene lasciato molto spazio ad una creatività sofisticata e a sottili provocazioni concettuali sempre presenti nella loro moda e nel loro mondo.

Cividini
Cividini

Dal ’96 la firma è presente alle sfilate di Milano Moda Donna e le collezioni CIVIDINI, compresi gli accessori in pelle, sono nei migliori negozi di tutto il mondo.

A Milano un vasto assortimento delle collezioni CIVIDINI si trova nel corner esclusivo presso La Tenda di via Solferino. Altri corners si trovano nei migliori Department Stores del Giappone, Russia, Taiwn, America e in molti Specialty Stores europei.

Cividini

Leggi anche:

PITTI IMMAGINE UOMO 2020 E LA MODA SOSTENIBILE

CIVIDINI SS19: OUT OF AFRICA DIVENTA UNA COLLEZIONE

Paisley Museum

Paisley Museum. Museo dello scialle paisley, che prende il nome dall’omonima cittadina. A Paisley, nel XIX secolo, gli scialli venivano tessuti a…

Paisley Museum, Scozia. Museo dello scialle paisley, che prende il nome dall’omonima cittadina.

Paisley-museum
Paisley-museum

A Paisley, nel XIX secolo, gli scialli venivano tessuti a imitazione di quelli del Kashmir importati in Europa dalla fine del ‘700 (motivi coniferi e policromia), ma usando lane meno pregiate per un mercato meno esclusivo. Il Paisley Museum nasce nel 1871 quando già questa moda sta declinando. Ha più di 1000 esemplari che vengono esposti a rotazione. Nel museo è stato allestito un laboratorio per la tessitura dove si tramandano le antiche tecniche.

paisley museum
Laboratorio per la tessitura

Lo Study Centre consente l’analisi ravvicinata degli scialli e di altro materiale inerente al paisley. Contiene anche una collezione archeologica che comprende oggetti provenienti dall’antico Egitto e Babilonia.

Ad oggi il Museo è chiuso al pubblico per ristrutturazione fino al 2022.

Allude

Allude
Andrea Karg

Allude. Uno dei brand tedeschi più famosi nella realizzazione di prodotti in cashmere. Dalla sua prima collezione lanciata nel 1993, il successo del marchio si è basato sulla qualità. In aggiunta alle linee base di maglieria per donna, la designer Andrea Karg dal 2000 ha creato quella maschile e dal 2004 anche una collezioni per bambini. Il brand è distribuito in oltre settecento negozi nel mondo. Il momento che ha caratterizzato il successo del brand è stato il’inserimento nel Chambre Syndicale du Prêt-à-Porter des Couturiers et des Créateurs de Mode. Da quel momento, nel 2012, fino al 2015, il brand ha partecipato alle sfilate della Fashion Week di Parigi. Si tratta di un brand internazionale che apre il primo mono brand store a Monte Carlo nel 2015 ma che dallo stesso anno, con l’apertura di uno store online, è sempre accessibile. Il nome del brand fa riferimento al verbo inglese To allude, ovvero fare illusione a qualcosa. Il logo stesso con scritta nera su sfondo bianco presenta o l’intero nome del brand o semplicemente un A che non indica solo Allude ma anche Andrea, il nome della stilista.