Small, Geoffrey B.

Geoffrey B. Small. Stilista americano. Pioniere dei creatori d’avanguardia negli Stati Uniti. Inizia la carriera nel 1979 a Boston.

Geoffrey B. Small (1960). Stilista americano. Pioniere dei creatori d’avanguardia negli Stati Uniti. Inizia la carriera nel 1979 a Boston, nel granaio dei genitori con una macchina Singer.

Vince per due volte (’79 e ’80) l’Oscar per i creatori di moda del futuro. Nella giuria Calvin Klein e la giornalista Bernardine Morris. Nel ’94 è il terzo americano iscritto nel calendario ufficiale della Camera della Moda francese. Dal ’98, firma anche una collezione di occhiali.

Small
Geoffrey B. Small SS Women, Parigi

Il quartier generale è a Boston, 115 Kingstone Street. Il volume totale annuo delle vendite è di 2,5 milioni di dollari. È distribuito in 11 paesi, con 50 punti vendita: Est asiatico, Europa, America. Attento ai prezzi e allo stile della strada, ha l’obiettivo di diventare marchio leader per i giovani nel XXI secolo.

Leggi anche:

La-biografia-di-Calvin Klein-nel-giorno-del-suo-compleanno

Futurismo

Agenzia per la Moda

Agenzia per la Moda: società per azioni (Camera di Commercio 75 per cento, Comune di Roma 25 per cento) nata nel maggio 1998 a Roma. Ha sede in pieno centro storico, a piazza Montecitorio. La presidentessa onoraria è Sofia Loren. Chi la gestisce a tutti gli effetti è l’amministratore delegato Mauro Miccio.

Il suo scopo? Rilanciare la couture romana in campo nazionale e internazionale: è nella capitale infatti che è cominciata la storia di alcune tra le più importanti griffe del nostro Paese. E sempre Roma ha visto nascere nel giugno del ’58 la Camera Nazionale della Moda Italiana.

Agenzia per la Moda e Camera di Commercio perciò collaborano alla realizzazione di mostre, eventi e incontri culturali legati al mondo dell’high fashion, nonché due volte l’anno, a luglio e a gennaio, ai calendari delle sfilate.

Nasce AltaRoma, evento di moda pensato dall’Agenzia per divenire punto di riferimento per i giovani stilisti emergenti. Supportata da un pool di sponsor di livello, la manifestazione si svolge all’Auditorium Parco della Musica ed è affiancata da una serie di mostre a tema artistico. Dopo le dimissioni di Andrea Mondello, nuovo presidente di AltaRoma viene nominato Stefano Dominella. Mondello lascia dopo aver avviato la società verso la privatizzazione. La seconda edizione si svolge al Tempio di Adriano e all’Auditorium Parco della Musica.

Nel 2020, il consiglio di amministrazione AltaRoma rinomina Silvia Venturini Fendi alla presidenza. Renato Borghi, invece, è presidente di Federmoda Italia. Presenti nel cda anche Raffaello Napoleone, AD di Pitti ImmagineFabiana Balestra (della casa di moda Renato Balestra) e Antonella Sabrina Florio, presidente di Anima per il sociale nei valori d’impresa.

Ciabattoni, Amos

Ciabattoni, Amos (1929). Segretario del Centro romano dell’Alta Moda dal 1961 e, per 10 anni, della Camera Nazionale della Moda.

Amos Ciabattoni (1929). Segretario del Centro romano dell’Alta Moda dal 1961 e, per 10 anni, della Camera Nazionale della Moda che aveva contribuito a costituire, assunse la direzione dell’Ente Italiano della Moda: un vecchio ente, al quale lo Stato aveva dato un contributo così che riprendesse a operare, soprattutto nella speranza di un coordinamento fra le varie attività della moda.

Dirigente nazionale della Democrazia Cristiana negli anni ’50. Per 13 anni segretario particolare di Tupini che seguì nei vari ministeri. Cominciò a occuparsi di politica della moda su invito di Emilio Colombo, al tempo ministro dell’Industria. Poi negli anni ’80, Ciabattoni lasciò gran parte degli incarichi (rimase consigliere della Lanerossi) per dedicarsi all’editoria e alla pubblicità.