Altea

Altea Giuseppe Sartori nel 1892 aprì, tra via Verri e via Montenapoleone, un negozio di cravatte. Sarà il figlio Felice a rivoluzionare l’azienda

Altea Giuseppe Sartori nel 1882 apre, tra via Verri e via Montenapoleone, un negozio di cravatte. Sarà il figlio Felice a rivoluzionare l’azienda che dal dopoguerra cambierà marchio. Altea è il suo nome dal 1946. È guidata dalla quarta generazione della famiglia Sartori. Occupa 160 dipendenti fatturando 61 miliardi di lire così suddivisi: 28,7 miliardi dal mercato dell’Ue; 22,4 dal resto del mondo; 9,9 dall’Italia.

Il nome di Altea prende spunto dal fiore di ibisco caratterizzato da vivaci colori.

“Tutte le nostre collezioni partono dall’accessorio. Abbiamo un immenso archivio con oltre 200.000 disegni e motivi di cravatte, da cui ci ispiriamo per sviluppare le linee d’abbigliamento, trasmettendo sempre in questo modo il DNA dell’azienda. Le fodere per esempio riprendono sempre le stampe e i tessuti delle nostre cravatte” – Michele Sartori

Altea, dagli anni 2000 ad oggi

Negli anni 2000, Altea ha lanciato le prime collezioni di abbigliamento cominciando con l’uomo. Dal 2010 sviluppa una linea donna che si trasforma, dalla stagione invernale 2013-14, in un vero e proprio total look. Ispirata agli anni ’60, la collezione è composta da circa 120 pezzi (maglie, gonne, pantaloni, abiti, capospalla e accessori) in raso stretch, mohair, merino, seta e velluto.

Altea
Alcune delle fantasie delle cravatte di Altea.

I prodotti di Altea si posizionano nella fascia medio-alta ma offrono un ottimo rapporto qualità/prezzo con una produzione esclusivamente Made in Italy e prezzi competitivi.

A fine 2012 conta un fatturato di 38 milioni di Euro, di questi il 35% all’estero.

Nel 2013 il marchio lancia la sua prima linea donna, composta da maglie, gonne, pantaloni e piccoli accessori ispirata ai motivi tipici delle cravatte e dei foulard maschili.

Nel 2017 il brand decide di focalizzare l’attenzione sul mercato americano con l’obiettivo di imitare il successo del mercato orientale.

Stefano Corbella è il direttore commerciale per i mercati esteri.