Enka

Enka. Azienda leader mondiale nel settore della produzione del filo di viscosa.

Enka. Azienda leader mondiale nel settore della produzione del filo di viscosa. Ha sede in Germania e impiega più di 2000 addetti con una produzione per l’Europa di 25 mila tonnellate di filato. Compagnia orientata verso il futuro, impiega materiali riciclabili e tecniche d’avanguardia nel completo rispetto dell’ambiente.

La viscosa Enka

La viscosa Enka parte dal materiale grezzo (cellulosa di legno) e, attraverso processi elaborati, giunge a ottenere l’alta qualità di una fibra naturale. È indicata per ogni campo di applicazione nell’industria tessile, dai tessuti ai filati per maglieria a quelli per ricamo. Combinata con altri filati, come il poliestere o il poliammide, assume corpo, volume e luminosità. Materiale innovativo e versatile lascia campo alla creatività grazie ai meravigliosi colori e alla consistenza setosa.

Enka Sun è un filato messo a punto da Akzo Nobel che protegge dai raggi solari nocivi. Enka Moda ha anche un ruolo di talent scout. In collaborazione e col patrocinio del Comitato Nazionale della Moda Italiana, ha dato vita da due anni a Enkamania, un progetto di ricerca internazionale che consente a giovani stilisti emergenti, selezionati attraverso un concorso, di venire a contatto con i componenti del tessile e di usare la viscosa Enka per le loro creazioni.

Tra un centinaio di partecipanti al concorso, 21 sono i designer finalisti e a 5 di loro si offre l’opportunità di sfilare per la prima volta sulla passerella di Milano Collezioni Donna. Al termine delle sfilate, viene assegnato un premio. Nel settembre 2002, i 5 prescelti per il debutto erano Bless, Icarius, Ichiro Seta, Rohka e Zac Posen. La giuria, composta da Franca Sozzani (presidente), dal fotografo Peter Lindbergh, da Jean-Paul Gaultier, Philip Treacy, Milla Yovovich ed Enrico Freidhof, con la partecipazione di Donna Karan, Yamamoto, Isabella Blow, ha premiato ex aequo Ichiro Seta e Rohka.

Potrebbe interessarti anche 

 Jean Paul Gaultier tra storia creazioni e sfilate

Bless

Bless. Marchio fondato nel 1995 da Desirée Heiss e Inez Haag, con sede a Parigi. Heiss, si è laureata all’università di Arti Applicate a Vienna. Kaag, di nascita berlinese, ha studiato moda all’università di Arte e Design di Hannover. Si sono incontrate nella capitale francese, e hanno deciso di fondare una “company” che produce oggetti-vestiti e accessori che le designer producono per se stesse o per altri stilisti. Ultimamente hanno collaborato con alcuni “pezzi” (una stringa metallica con due pinze alle estremità da usare come cintura o bretella) per la ditta italiana New York Industrie.

Nel corso della loro carriera, hanno creato parrucche in pelliccia riciclata per Martin Margiela, calzature “personalizzabili” per New Balance e Charles Jourdan, una trousse per il trucco, riempita di pezzetti di tessuto applicabili sul viso, una serie di borse che si possono trasformare in bluse, pantaloni, gonne. I prodotti Bless vengono rinnovati ogni tre mesi, acquistabili anche su Internet e sono tutti a tiratura limitata. Le due designer affermano: “Noi vendiamo idee, non facciamo collezioni”. Non a caso, per il loro essere trasversali alla moda, al design, alla cosmetica e agli accessori, un settimanale ha coniato per loro un soprannome che è veramente tutto un programma: “Le UnaBomber dello Chic”.