Wood, Lee

Wood Lee. Fashion designer di origini inglesi. Studia prima al Berkshire College of arts & Design e poi alla Chiltern Edge school.

Terminati gli studi, nel 1998 Lee si trasferisce a Milano dove lavora nel team di Gianni Versace per ben 16 anni. Nel luglio 2015 vince l’undicesima edizione di “Who Is On Next?” (premio indetto da Vogue Italia) presentando la sua linea L72. Un anno dopo, nel 2016, accetta l’offerta dei vertici di Bikkembergs, che lo vogliono alla direzione creativa. 

Bikkembergs by Lee Wood

“Vorrei riportare la maison a essere uno dei marchi di rilievo nel settore. Quando studiavo moda, i Sei di Anversa erano negli anni d’oro della loro espressione artistica, rivoluzionaria e fortemente comunicativa. Era quasi impossibile non esserne attratti. Proprio per questo conoscevo benissimo l’estetica di Mr. Dirk Bikkembergs. Lavorare alla direzione creativa di questo marchio è un onore e una grande sfida”, afferma lo stilista.

Per la celebre griffe disegna capi sartoriali, molto british. Lontano dal proporre tendenze ibride in passerella, Wood propone la tradizione classica del guardaroba maschile mischiandola con cenni di moda street. Focus sui tessuti, soprattutto sullo scozzese. Lana, cachemire e ancora cotona di altissimo pregio, compongono una silhouette regolare, scandita da blazer e pantaloni dal fit comodo.

 

Leggi anche

Nicolas Chesquiére come i sei di Anversa?