West, Kanye

West, Kanye Omari (1977) Atlanta, in Georgia. È un rapper americano, cantante, cantautore, regista, produttore discografico e uno stilista. Figlio di…

    1. BIOGRAFIA
    2. KANYE WEST E IL SUCCESSO:
    3. WEST E LA “VERY GOOD MUSIC”:
    4. TRA LA MUSICA E LA MODA:
    5. LA MODA E LE YEEZY:
    6. 2019:

BIOGRAFIA

West, Kanye Omari (1977) nato ad Atlanta, in Georgia. È un rapper americano, cantante, cantautore, regista, produttore discografico e uno stilista. Nato in una famiglia borghese, è figlio di Ray West (padre) un ex Black Panther, uno dei primi fotogiornalisti neri al “The  Atlanta Journal-Constitution” e Donda West (madre) ex professoressa e  manager del figlio.  All’età di tre anni i suoi genitori divorziano e si trasferisce con la madre a Chicago. Qui frequenta molti corsi d’arte, ma rinuncia all’Università per concentrarsi sulla musica. Mentre frequenta ancora la scuola produce per artisti locali e diventa famoso grazie a singoli di successo, scritti per importanti artisti R&B e Hip-Hop come: Jay-Z, Alicia Keys, Janet Jackson, John Legend, Talib Kweli e altri.

Si è sposato con l’imprenditrice e influencer Kim Kardashian nel 2014 a Firenze; dalla loro relazione nascono 4 figli: North (2013), Saint (2015), Chicago (2018 avuta da madre surrogata) e Psalm (2019 anche lui avuto da madre surrogata).

west
Kanye West con la sua famiglia

KANYE WEST E IL SUCCESSO:

West, nel 1996,  produce il primo disco “Down to Heart” per il rapper Grav; l’opera non riesce a ottenere molto successo ma gli permette di farsi conoscere da altri artisti più famosi come Jermaine Dupri e Foxy Brown.

west
Kanye West assieme a Jay-Z

Nel 2001 si trasferisce nell’East Coast, per dare una svolta alla propria vita, dove riesce a prendere contatto con Jay-Z il quale decide di scritturarlo per la sua etichetta. Il grande passo arriva nel 2004 con “The College Dropout”, il primo album da solista prodotto in studio che racconta dubbi di vita quotidiana di qualunque uomo, in testa all’album il singolo “Through the Wire”; un disco che arriva dopo un grave incidente che porta Kanye alla frattura della mandibola, ma nonostante ciò non si arrende.

WEST E LA “VERY GOOD MUSIC”:

Dopo questo successo, sempre nel 2004, Kanye fonda la propria etichetta “Very GOOD Music” e scrittura talenti come John Legend, GLC e Consequence. A un anno di distanza dal suo debutto lancia il suo secondo album “Late Registration”, il successo è tale da fargli vincere un Grammy Award per il miglior disco rap.

west
L’etichetta GOOD Music

Dopo i suoi molti sforzi, nel 2007 esce il suo terzo album “Graduation”che lo conferma come l’astro più brillante della nuova corrente hip-hop americana. A novembre dello stesso anno la vita di Kanye cambia radicalmente. Muore sua madre Donda alla quale, ai Grammy Awards del 2008, dedica la canzone “Hey Mama”.

Nel 2008 esce il suo quarto album “808s & heartbreak” sotto la sua stessa casa discografica, la “GOOD Music” e a settembre si presenta agli MTV con il suo nuovo singolo “Love Lockdown”, parte dello stesso album.

TRA LA MUSICA E LA MODA:

Nell’edizione 2009 degli MTV Music Awards Kanye West decide di interrompere la premiazione di Taylor Swift (per il miglior video femminile) dicendo che quello di Beyoncé era più bello; questo ha portato a una diffusa indignazione in tutto il settore musicale.

Viene nominato comunque da “Billboard” come il miglior artista maschile di questo anno.

west
Kanye West con l’amico Virgil Abloh

Oltre alla musica a Kanye nasce una passione viscerale per lo stile e la moda. Tanto che, sempre nel 2009, fa uno stage da Fendi insieme all’amico Virgil Abloh, per imparare le basi del fashion design e le regole della vita di atelier.

LA MODA E LE YEEZY:

Sempre nel 2009 è diventato il primo non atleta ad avere un contratto con la Nike, lanciando la sneaker “Air Yeezys” con una seconda versione rilasciata poi nel 2012. Ha presentato la sua prima linea di scarpe progettata per Louis Vuitton durante la Paris Fashion Week . Inoltre ha progettato calzature per Bape e il brand italiano Giuseppe Zanotti.

A ottobre 2011 ha presentato, durante la settimana della moda di Parigi, la sua etichetta di moda femminile “DW” by Kanye West, dedicata alla madre Donda West.

A dicembre del 2013 conferma ufficialmente un nuovo accordo di collaborazione con Adidas, lanciando le nuove sneakers Adidas Yeezy Boosts. Nel 2015 presenta la sua linea di abbigliamento Yeezy Season 1, ricevendo critiche positive da parte di Vogue.

west
Yeezy Season 1

A febbraio del 2016 annuncia l’uscita della sua nuova linea di abbigliamento Yeezy Season 3 in concomitanza con l’anteprima del suo album “The Life of Pablo”. A giugno firma un contratto a lungo termine con Adidas e vediamo la linea Yeezy entrare in store e prodotti sportivi (basket, calcio e altri)

La nuova linea Yeezy Season 5 esce nel febbraio 2017 e a maggio dello stesso anno lancia una linea per bambini, assieme alla moglie Kim Kardashian, con il nome “Fornitura per bambini”, rilanciando una seconda collezione a luglio.

west
Le sneakers Yeezy

Le sneakers Yeezy di Kanye West sono considerate le più influenti al mondo.

2019:

Ribadisce la sua fede cristiana su Twitter, finché a ottobre pubblica “Jesus is King”, un album hip-hop cristiano diventato il primo ad aver raggiunto il vertice di Billboard 200.

In questo anno la rivista Forbes lo ha classificato terzo nella classifica top 100 tra le celebrità più pagate ed è 15esimo in classifica tra gli artisti più celebri nella storia della musica popolare.

Inoltre, in un intervista con David Letterman, ha dichiarato di avere un disturbo mentale bipolare.

LEGGI ANCHE:

Kanye West in clinica per stress

Kanye West direttore della biennale di Venezia?

“Only One” il video del nuovo singolo

Kim Kardashian sexy testimonial per Balmain con il marito Kanye West

KENZO

Un prestigioso brand fondato dal fashion designer giapponese Ken Takada nel 1970. Un’alchimia tra Oriente e Occidente.

KENZO

Kenzo è un prestigioso brand fondato dal fashion designer giapponese Ken Takada nel 1970. Un’alchimia tra Oriente e Occidente.

Indice

  1. Storia
  2. Gli anni 2000
  3. Collezioni
  4. Campagne
  5. Conquiste
  6. Opere Caritatevoli

STORIA

L’identià del brand può essere perfettamente descritta come “L’Oriente che incontra l’Occidente”, frase che è una riflessione di Ken Takada, fondatore di Kenzo. Vivendo a Parigi, Takada ha unito la cultura dell’Oriente con quella dell’Occidente. Attraverso stampe divertenti, atmosfere, textures e fiori etnici,  Kenzo è ormai  un marchio immediatamente riconoscibile.

Look collezione autunno/inverno 1989

Inizialmente le collezioni sono un susseguirsi di influenze asiatiche e cultura parigina. Takada apre la sua prima boutique nel 1970: la titola Jungle Jap. L’anno successivo i suoi disegni appaiono su Vogue America, in cui i suoi vestiti a tenda, i suoi pantaloni in tela grezza oversize, i suoi giromanica larghe, le sue forme originali e lo store unico vengono presentati come il prossimo trend delle boutique parigine.

Successivamente, Takada apre negozi nelle maggiori città del mondo. E, nel 1987, Kenzo lancia anche linee per uomo e per bambino e biancheria da letto, oltre che costumi da bagno. Nel 1988, con Kenzode Kenzo si apre la prima linea di profumi per donna.  Kenzo Pour Homme, invece, è la prima fragranza per uomo (1991).

Profumo Kenzo
Profumo Kenzo

Nel 1993, l’etichetta del brand viene comprata da LVMH e, nel 1999, Takada annuncia il suo ritito dal ruolo di capo stilista. Nell’ottobre dello stesso anno subentra al suo posto Gilles Rosier e Roy Krejberg diventa il direttore creativo di Kenzo Homme.

GLI ANNI 2000

Nel 2000 viene lanciato Flower by Kenzo, che da quel momento diventa il cavallo di battaglia delle linee di profumi del brand. L’anno successivo viene lanciata anche una linea di prodotti per la cura della pelle. Nel 2003, il designer italiano Antonio Marras viene assunto dal Gruppo LVMH come art director di Kenzo e, nel dicembre 2008, viene nominato direttore creativo. Si tratta di una collaborazione che durerà fino al 2011.

Kenzo Takada con Carol LaBrie. 1971

A causa della transizione di diversi stilisti, il brand perde la sua vera essenza e le vendite cominciano a calare. Il Gruppo LVMH sta per vendere il marchio, ma l’intervento del duo Humberto Leon e Caol Lim prendono il posto di Marras come direttori creativi. I due sono le figure dietro allo store americano cult Opening Ceremony.

Kenzo Takada aveva rivoluzionato il mondo della moda con un mix di alta moda e street culture ispirati dal suo paese natio, il Giappone. Di conseguenza, Leon e Lim decidono di rilanciare il brand cambiando il mix di prodotti; guardano indietro, ai tempi del primo store di Takada, un negozio che era famoso per le sue tute. Così, il duo si impegna per recuperare l’identità iniziale del brand, rendendola attuale per le nuove generazioni. E nonostante delle opposizioni all’interno dell’azienda, in quanto non erano previsti pullover nelle precedenti collezioni, Leon e Lim riescono a introdurre questo nuovo capo nella linea di rilancio (2011). E il successo è incredibile: la prima istallazione di questa nuova collezione è sold out negli store parigini dopo sole tre ore dall’esposizione. I due riprendono l’immagine della testa della tigre, rendendola il marchio di fabbrica del brand.

COLLEZIONI

Humberto Leon e Carol Lim sono i direttori creativi del brand dal 2012. Il loro obiettivo? Sconvolgere la “giungla” del mondo della moda. Gli iconici vestiti con la testa della tigre sono stati indossati da molte celebrità e influencer, tra cui Beyoncé, Selena Gomez, Zooey Deschanel, Lorde, Rihanna, Swizz Beatz, Spike Jonze e Joan Smalls.

Come accadeva negli anni ’70, Leon e Lim decidono di infrangere le aspettative nei confronti dei trend stagionali. Si dice, infatti, che il duo sia fortemente influenzato dal contesto del XXI secolo. Inoltre, i due hanno collaborato con musicisti, artisti, attori e designer per ogni collezione.

Per esempio, per la collezione Autunno 2014, il brand ha collaborato con il celebre regista David Lynch, che ha mixato la colonna sonora per lo show e ha fornito una scultura. In più, il marchio ha avviato delle collaborazioni con Vans (2012) e H&M (2016), come parte della strategia di rilancio del brand, nonostante non fosse una grande idea collaborare con brand medi. Tuttavia, questa mossa si è rivelata vincente, in quanto ha avvicinato Kenzo a un target più ampio.

La collezione eclettica con numerosi motivi ha portato Humberto Leon e Carol Lim oltre la semplice modernizzazione. Senza mai eliminare gli elementi più iconici di Kenzo, il duo ha ribadito la rilevanza del brand in linea con i tempi.

CAMPAGNE

L’ultima campagna del brand ha come protagonista la cantante Britney Spears. Lo shooting prende ispirazione dallo stile divertente degli anni ’80. Indossando tre diversi outfit (un pullover corto, un completo a stampa abbinata e un look total denim comprendente giacca, cappello e stivali sopra il ginocchio), non è stato spiegato il motivo per cui è stata scelta proprio lei per questa campagna. Ma basta guardare il profilo Instagram della star: quando non volteggia nell’atrio di casa in un’infinità di outfit, vende dipinti a 10k dollari. Ovviamente, restando sempre un’iconica. Si tratta di Britney, dopotutto: nessuno può averne abbastanza di lei. Kenzo ha inoltre girato un video con la cantante che debutterà sul suo profilo Instagram quest’anno.

Britney Spears x Kenzo
Britney Spears x Kenzo

Se le collezioni per uomo e per donna rimangono i prodotti principali dell’azienda, Kenzo ha sempre dimostrato un grande interesse anche nella fusione tra il mondo della moda e quello dei film. Nel corso degli anni, infatti, il marchio ha collaborato con vari registi, tra cui Akinola Davies Jr, Spike Jonze e Kahlil Joseph.

lo stretto legame con il cinema

Allo stesso modo, il brand ha lanciato una serie di film per scovare nuovi registi in tutto il mondo.  Per il suo ultimo progetto, per esempio, Kenzo ha contattato la regista di A Girl Walks Home Alone at Night (2014), Ana Lily Amirpour, per interpretare la collezione SS 18. Contenente un soundtrack e un cameo di Yeah Yeah Yeah, il film riprende la famosa scena del cult del 1966 Blow Up, con una piega inaspettata. Riguardo alla partnership con la Amirpour e Karen O, Carol Lim ha detto: “La parte straordinaria di questo progetto è il fatto che due donne abbiano deciso di fare un film insieme. Si tratta quindi di una meravigliosa impresa artistica e di un dialogo tra due donne.” In linea con i diversi show SS 18 in cui le protagoniste erano modelle asiatiche, il film è caratterizzato da un cast asiatico, compresa la modella e attrice Kiko Mizuhara.

Da quando Leon e Lim sono diventati i direttori creativi di Kenzo, hanno trasformato la loro visione in qualcosa di più dei semplici vestiti. Lo dimostra la campagna con protagonista Macaulay Culkin, vestita come uno strano clown.

Antonio Marras firma la collezione Kenzo SS11

Durante lo show di Kenzo SS 18, è stato rilasciato il film Cabiria, Charity, Chastity, diretto da Natasha Lyonne, nota per aver recitato nella serie tv Orange is the New Bkack. Nel cast Macaulay Culkin, Matt Lucas e Maya Rudolph, in un viaggio surreale con clown, showgirls e puppet show.

CONQUISTE

Kenzo Takada è stato onorato con il premio per le conquiste ottenute durante la sua vita al 55° Fashion Editor’s Club, alla cerimonia dei Japan Awards a Tokyo, nel maggio 2017. Hiromichi Ochiai, del brand di street wear Facetasm, è stato insignito del premio di stilista dell’anno.

Takada ha ricevuto encomi da parte del Club due volte in passato, rispettivamente nel 1972 e nel 1999, l’anno in cui si è ritirato dall’azienda. Nonostante il designer 78enne abbia definito Parigi come la sua casa per più di cinquant’anni, è andato fino in Giappone per accettare il premio.

OPERE CARITATEVOLI

Humberto Leon e Carol Lim sono entrambi cresciuti in California e, di conseguenza, sono ben consapevoli dei problemi della pericolosa vita per mare. Per questo, hanno deciso di unire le forze con la Blue Marine Foundation, nel tentativo di contrastare la pesca intensiva e l’inquinamento. Il duo ha dichiarato: “Eravamo impazienti di collaborare con un’organizzazione visionaria che ci mostra come possiamo vivere in armonia con gli oceani. Cercando varie associazioni caritatevoli, ci siamo resi conto che la Blue Marine Foundation è quella che fa per noi. Supportiamo quindi con tutto il cuore la loro missione di creare una pesca sostenibile e delle riserve marine. Siamo estremamente elettrizzati per questa partnership a lungo termine tra Kenzo e la Blue Marine Foundation e speriamo di generare più consapevolezza a proposito di questi temi.”

Per contribuire a questa iniziativa, Kenzo ha lanciato una capsule collection unisex per la stagione Primavera/Estate 2014, in cui le protagoniste sono T-shirt e felpe con lo slogan “No fish no nothing”. Tutti i ricavati sono stati donati alla Foundation, nella speranza di assicurare la protezione degli oceani. Inoltre, il brand ha creato un pop up store a Parigi per una settimana, dal 21 al 27 maggio. Uno schermo permette ai clienti di visualizzare e comprare i capi, e a ogni nuovo acquisto un pesce digitale spunta in un acquario, anch’esso digitale. In più, facendo una foto allo store e usando l’hashtag #NoFishNoNothing si può supportare la causa e aggiungere un pesce all’acquario.

La morte di Takada Kenzo

Kenzo muore all’età di 81 anni, il 4 ottobre 2020 a causa di complicanze sopraggiunte dopo aver contratto il Coronavirus. Una doccia fredda per il fashion biz che perde uno dei più eclettici e fantasiosi creatori di moda. Colui che ha definito un’estetica folkloristica, andando a studiare le varie etnie e i propri costumi.

Leggi anche:

Kawakubo

Kenzo: alla Paris fashion week una collezione che invita al distanziamento sociale

Morto Kenzo, ricordiamo lo stilista con le sue migliori collezioni 

House of Deréon

House of Deréon. Tina Knowles, direttore creativo del marchio, è la madre della famosa cantante hip hop Beyoncé. Animo black e attenzione al dettaglio.

House of Deréon. Ispirata dalla madre di Tina Knowles, Agnèz Deréon, il brand nasce ottant’anni fa in Louisiana. Agnèz confezionava abiti per privati sfruttando la sua creatività e determinazione. Tina Knowles, direttore creativo del marchio, è la madre della famosa cantante hip hop Beyoncé, che le è di ispirazione nel disegno della linea. Chiffon, satin e seta, abiti da cocktail o per serate eleganti, lo stile di House of Deréon si contraddistingue per l’animo black e la ricerca del dettaglio.

Leggi anche: 

Abito da cocktail

Beyoncè, i migliori red carpert di Queen B