Thatchers

Thatcher è una marchio tedesco di abbigliamento. Propone vestiti in stile sexy e cosmopolita: una simbiosi tra lo streetwear e la couture. L’hanno fondata..

Thatchers è una marchio tedesco di abbigliamento. Propone vestiti in stile sexy e cosmopolita: una simbiosi tra lo streetwear e la couture. L’hanno fondata nel 1994, Ralf Hensellek e Thomas Mrozek, proponendo due diverse linee giovanili, diventate poi quattro nel ’98, con Couture Jeans ed Existentials. L’idea portante è quella che la moda sia un sistema di comunicazione ed è con la comunicazione che i due stilisti giocano: con esposizioni su computer, cd-rom e Internet. I titoli delle loro collezioni raccontano già tutto il loro stile: Beware of killer Capitalism (autunno-inverno ’96-97), Pure Inferno (estate ’97), Style Thriller (autunno-inverno ’97-98), Homestory ’98 (estate ’98), She-Dog (autunno-inverno ’98-99). I creatori di moda aprono Thatchers The Shop, spazio dove testano le loro idee prima di passare alla realizzazione del prodotto. Successivamente vi presentano la loro collezione completa. Nel 2002 Thatchers apre un’altra boutique sempre a Berlino, nel quartiere Mitte, diventando uno dei poli della rinascita culturale e cosmopolita della capitale tedesca.

Leggi

La caduta del muro di Berlino 

Moura, Alexandra

Moura. Nata Lisbona nel 1973, presenta dal 2000 le sue collezioni durante la Settimana della Moda di Lisbona. Partecipare a importanti manifestazioni

Nata Lisbona nel 1973, presenta dal 2000 le sue collezioni durante la Settimana della Moda di Lisbona. Oltre a partecipare a importanti manifestazioni come Bread & Butter a Barcellona e Baltic-Sea Hi Fashion a Berlino. Due famose cantanti portoghesi come Teresa Salgueiro e Sonia Tavares hanno scelto di indossare sue creazioni perché intensamente poetiche e caratterizzate dalla rielaborazione di elementi tradizionali dell’abbigliamento popolare.

Alexandra-Moura
Alexandra-Moura

Leggi anche:

La sartorialità casual dell’uomo Kiton

Frida Kahlo, una mostra racconta i suoi tormenti

Kostumhaus

Kostumhaus. Casa di moda pronta creata a Berlino nel 1990 da Jane Garber in alleanza con altri giovani stilisti che più tardi abbandonano l’impresa

Kostumhaus. Casa di moda pronta creata a Berlino nel 1990 da Jane Garber in alleanza con altri giovani stilisti che più tardi abbandonano l’impresa. Prima della riunificazione tedesca, Jane ha lavorato in Germania dell’Est disegnando costumi per il teatro e qualche gruppo musicale. Nel ’95, presenta a Parigi e Düsseldorf la prima collezione Kostumhaus, marchio che nel ’99 diventa totalmente suo. La sua formazione di designer tessile la porta a dare, nella creazione, grande importanza ai tessuti. Spesso combina materiali classici a materiali high tech. La sua tavolozza è di pochi colori.

Leggi anche: 

Pierre Cardine

House of Cardin, il documentario su Pierre Cardin Cardin

Hochschule der Kunste Berlin

Hochschule der Künste Berlin. Nata nel 1975, è una scuola d’arte che si occupa di varie discipline con più di 4.500 studenti all’anno.

Hochschule der Künste Berlin. Nata nel 1975, è una scuola d’arte che si occupa di varie discipline con più di 4.500 studenti all’anno. Una sezione con corso quadriennale forma stilisti specializzati nel tessile e nella moda in genere.

Leggi anche: 

Deutsches Institut für Herrenmode

Accademia costume e moda ai tempo del covid

Hermann Gerson

Gerson. Casa tedesca di moda, attiva dal 1835 sino al 1938, quando il successore di Gerson, Freudenberg, fu costretto a chiudere dal nazismo.

Gerson. Casa tedesca di moda, attiva dal 1835 sino al 1938, quando il successore di Gerson, Freudenberg, fu costretto a chiudere dal nazismo per “incompatibilità” razziale. Era stato lui a trasformare un negozio di tessuti nell’atelier che dettava moda a Berlino. La sede era in Werderstrasse. I bilanci della sartoria, all’inizio del ‘900, erano milionari. Nonostante la cessata attività della casa risalga ormai a 65 anni fa, quello che fu il Fashion Bazaar Gerson & Comp. È considerato tra i predecessori dei moderni department store, capace di fare moda con i suoi rudimentali camerini illuminati da candele, non solo a Berlino ma in tutta Europa. Tra i clienti abituali di Gerson anche gli zar di Russia.

gerson

Leggi anche:

Chloé: ecco perché Natacha Ramsay-levi lascia la direzione creativa

Chanel métiers d’art, la viard si ispira alla Regina Nera

Deutsches Mode Institut

Deutsches Mode Institut.I Istituto per la moda tedesca, fondato a Berlino nel 1954.

Deutsches Mode Institut. Francoforte, Germania. Istituto per la moda tedesca che fornisce ai suoi 600 soci un servizio di raccolta e scambio di informazioni sulla moda e le sue tendenze. Fondato a Berlino nel 1954.

Istituto di Moda Burg: la voce del dizionario della moda

Istituto marangoni collabora con officina borbonse