Beene, Goeffry

Beene. È considerato un epigono di Balenciaga per la perfetta esecuzione del taglio e per l’utilizzo del tessuto come materia di scultura.

Goeffry Beene. È considerato un epigono di Balenciaga per la perfetta esecuzione del taglio e per l’utilizzo del tessuto come materia di scultura. È noto per aver abbinato le stoffe in maniera insolita: flanella con strass, jersey con taffetà. Nato a Haynesville in Louisiana. Ha studiato medicina senza però conseguire la laurea. La Traphagen School of Fashion di New York lo ammette alla metà degli anni ’40.

Nel biennio ’46-’47, studia a L’Académie Jullian di Parigi e frequenta come apprendista la sartoria Molyneux. Tornato a New York, si “fa la mano” lavorando per molte case di prêt-à-porter come la Teal Traina. Nel ’62 si mette in proprio. L’anno successivo, nel ’67 comincia a disegnare e produrre cravatte, gioielli, costumi da bagno, occhiali, orologi, profumi, come la colonia Grey Flannel, pelletteria e oggetti per la casa. Nel ’69 debutta nella moda maschile e nel ’70 lancia la seconda linea Beene Bag. È stato premiato due volte con il Neiman Marcus Award e tre volte con i Coty High Fashion Awards.

Il 28 settembre 2004 Geoffrey viene a mancare. L’anno seguente viene pubblicato da Vendome Press il libroBeene by Beene, scritto da Marylou Luther, Laura Jacobs, Pamela A. Parmal e James Wolcott.