Mh Way

Mh Way. Azienda di pelletteria. Fondata nel 82, ha sede a Fizzonasco, in provincia di Milano. Inizia con la produzione di oggetti e cartelle in cartone.

Mh Way. Azienda italiana di pelletteria. Fondata nel 1982, ha sede a Fizzonasco, in provincia di Milano. Inizia con la produzione di oggetti e cartelle in cartone, pensati per architetti e designer. L’anno dopo nasce la linea Puma, il progetto che ha rivoluzionato la tradizionale cartelletta portadocumenti con un contenitore rigido, squadrato e semitrasparente in polipropilene cannettato, imitato in tutto il mondo. Nell’85, debutta Impronta, una linea innovativa, sia tecnicamente sia per design, realizzata in tessuto senza cuciture. Da allora il successo internazionale porta a uno sviluppo del marchio con punti vendita a Milano e Parigi, oltre ai negozi in franchising e corner diffusi ovunque. Allarga poi anche la produzione con varie linee di borse e accessori, per il lavoro, il viaggio, il tempo libero.

Più recenti la linea Tenore, una collezione in pelle naturale, e la linea Pronto, borse unisex colorate o bicolori in tessuto di nylon intrecciato con fili d’argento, tasche attrezzate, cinghie e cerniere a scomparsa, aperture a strappo. I prodotti Mh Way sono tutti disegnati dall’architetto giapponese Makio Hasuike, che segue l’immagine dell’azienda, dal packaging alla comunicazione. Oggetti di culto in tutto il mondo, gli articoli Mh Way sono stati premiati alla Triennale, Macef, Smau, Design Plus, Compasso d’Oro. I tubi telescopici Zoom e lo zaino Impronta sono esposti al Museum of Modern Art di New York, al centro Pompidou di Parigi, alla Permanente di Vienna e alla Triennale di Milano. Per i suoi vent’anni, nel maggio 2002, Mh Way ha prodotto un’edizione limitata della linea Impronta con otto nuovi prodotti.

Leggi anche: 

Tod’s Spa

Prada e sostenibilità l’azienda non userà più pelle di canguro 

Nannini

Nannini. Azienda italiana di pelletteria. La società nasce a Firenze nel 1945 su iniziativa di Virgilio Nannini che la dirigerà per oltre 20 anni.

Nannini. Azienda italiana di pelletteria. La società nasce a Firenze nel 1945 su iniziativa di Virgilio Nannini che la dirigerà per oltre 20 anni. Nel ’66 subentrano i figli Ubaldo, Giorgio e Paolo che ancor oggi gestiscono l’azienda, affiancati dal ’92 dalla terza generazione Nannini (Silvia, Paolo, Luca e Sandro). La produzione originale di sole borse si è allargata agli accessori, dalle scarpe agli occhiali, agli orologi, alle sciarpe, ai guanti. Alla prima boutique monomarca fiorentina, si sono aggiunte quelle di Roma, Parigi, Bruxelles, Hong Kong, Tokyo, Osaka, Seul, Aruba nei Caraibi e Giacarta in Indonesia. Dopo gli show room di Firenze, Parigi e Bruxelles, si è inaugurato nel febbraio 2002 quello di Milano in via Lovanio.

Il fatturato dell’azienda ha avuto un importante incremento con l’espansione in Oriente iniziata nel ’98. L’apertura sui mercati del Giappone, Corea, Hong Kong (trampolino di ingresso nel mercato cinese) ha portato il fatturato dai 15 miliardi di lire del ’97 ai 23 milioni di euro del 2002, circa 45 miliardi (40 per cento export). Sotto la guida della terza generazione il gruppo Nannini ha sviluppato una maggiore attenzione alla comunicazione della propria immagine, soprattutto per l’espansione nei mercati internazionali e l’esigenza di sviluppare una brand identity decisa e coerente sostenuta dalla pubblicità e dalla forte presenza nella sfera retail.

Leggi anche: 

Tod’s Spa

 Tod’s e la classe della pelle