Assofibre Cirfs Italia

Assofibre è l’Associazione nazionale italiana delle fibre chimiche: rappresenta il 90 per cento della produzione. Fondata nel 1926.

Assofibre è l’Associazione nazionale italiana delle fibre chimiche e rappresenta il 90% della produzione delle fibre chimiche. Fondata nel 1926, Assofibre fa parte di Federchimica (Federazione Nazionale dell’Industria Chimica), del Cirfs (International Rayon and Synthetic Fibres Committee) e dell’UNITEX (National Association Unification Textile Products). Assofibre ha sede a Milano.

Nel 2007 l’Assemblea straordinaria di Assofibre ha adottato la nuova denominazione Assofibre Cirfs Italia, formalizzando così le forti connessioni con il Cirfs.

Tra gli interventi che caratterizzano l’attività di Assofibre troviamo:

  • il monitoraggio delle importazioni di fibre promuovendo specifiche azioni antidumping;
  • l’attività di normazione e standardizzazione delle fibre;
  • lo sviluppo di proposte di politica industriale e di specifici progetti di interesse settoriale (per esempio quelli nell’ambito della ricerca industriale della sicurezza prodotti e della salvaguardia dell’ambiente).

Inoltre Assofibre promuove la nascita di un progetto di ricerca settoriale, fortemente innovativo. Il progetto, dal titolo “Fibre innovative per il made in Italy“, nasce dal periodo di sofferenza dell’industria italiana delle fibre.

Il lavoro si attiene alle linee guida della Piattaforme Tessile Europea, così da rientrare nel settimo Programma Quadro per la Ricerca e Innovazione dell’Unione Europea.

Data la natura del progetto, verrano coinvolti sia i settori a monte che quelli a valle, e questo sottolinea il forte collegamento con il Made in Italy

Assofibre: I numeri

Le fibre artificiali e sintetiche sono principalmente impiegate nel settore del tessile ma sono molto importanti anche gli utilizzi nell’arredamento e tappezzeria.

Il fatturato del settore è mediamente di 3500 miliardi. L’export di 482 mila tonnellate: il 70% del prodotto. In Italia si consumano circa 690 mila tonnellate di fibre chimiche. Gli addetti al settore sono 9350.

L’Italia è il solo paese europeo ad avere una filiera tessile intera: copre tutta la catena produttiva, dalle fibre all’articolo finito.

Nel 2001 c’è stato un arresto dei consumi mondiali di fibre, che ha creato una crisi mondiale soprattutto perché è stato affiancato da un incremento nella produzione di cotone.

Nel 2017 Paolo Lamberti viene eletto come presidente di Federchimica.

Assofibre