Gallo

Gallo. È stata fondata a Desenzano del Garda nei primi anni del ‘900. La sua dimensione è industriale, ma la sua filosofia è artigianale.

Gallo. È stata fondata a Desenzano del Garda nei primi anni del ‘900. Quasi un secolo dopo, guidata dall’amministratore delegato Giuseppe Colombo, fattura 10 miliardi l’anno, con un export del 20 per cento. La sua dimensione è industriale, ma la sua filosofia è artigianale, tanto da dettare rigorosi principi di crescita controllata in modo da salvaguardare la qualità della lavorazione. Gli 80 dipendenti sono in gran parte nipoti e figli di chi ha contribuito alla nascita e al consolidarsi dell’azienda. Ogni paio di calze  Gallo è sottoposto a 9 controlli di qualità. Vengono usati solo filati puri, dalla lana merinos extra fine, al cotone filoscozia, al lino, al cachemire, alla seta 100 per cento che comporta l’utilizzo di 10 chilometri di filo per un paio di calze da uomo. Un ufficio stilistico interno propone, per ogni collezione, 70 disegni.

Potrebbe interessarti anche:

Calze di seta: la voce del dizionario della moda

Polemiche per le calze Gucci da 140 euro

Chimento

Chimento. Brand di gioielleria. L’azienda ha scelto di produrre solo tramite processi produttivi rigorosamente artigianali.

Close snippet editor

Chimento. Brand di gioielleria.  Adriano Chimento, nel 1964,apre un piccolo laboratorio a pochi chilometri da Vicenza. Oggi il brand è diventato uno fra i complessi italiani più strutturati nel settore della gioielleria. Inoltre è caratterizzato da processi produttivi rigorosamente artigianali.

Leggi anche

Bulgari: dizionario della moda mam-e