Anya Hindmarch

Anya Hindmarch. Brand che realizza borse di ogni genere, prende il nome dalla creatrice, che iniziò questo business vent’anni fa, alla tenera età di diciannove anni quando viveva a Firenze. Sempre pronta a riconoscere cosa le donne cerchino in una borsa, nota un trend tra le donne fiorentine, una borsa di tela con cordoncini in pelle. Al suo ritorno in Inghilterra decide di proporla ad Harper’s & Queen: ne vende cinquecento e rende conosciuto il suo nome.

Nel 1993 apre il primo negozio di Anya Hindmarch a Chelsea e l’anno seguente lancia la sua prima collezione di pezzi in pelle fatta di portafogli e agende. Vengono poi presentate negli anni successi tante linee diverse, tre l’anno, come la Blue Label, caratterizzata da humor e divertimento, con inclusi anche bikini, ombrelli, t-shirt, top, o l’iniziativa Be A Bag, nella quale i prodotti vengono personalizzati da fotografie dei consumatori, realizzata per beneficenza.

Nel settembre 2001 la British Airlines chiede ad Anya di realizzare il First Class Amenity Kit e qualche anno dopo viene presentata la prima collezione di scarpe. In collaborazione con il movimento per il cambiamento sociale “We are what we do”, nasce la eco-borsa I’m Not a Plastic Bag: un successo che non ha precedenti, che dà modo ad Anya di presentarla in tanti paesi diversi e in tre colori. Premiata diverse volte come Designer of the year, l’artista ha visto un grande seguito di personaggi famosi, come Madonna, Claudia Schiffer e Scarlett Johansson.

I profumi nel 2017

Lanciata nel 2017, la collezione di profumi Anya Smells ricrea i profumi di tutti i giorni utilizzando i migliori materiali.

La personalizzazione del prodotti

Ci sono anche due negozi Anya Hindmarch Bespoke, dove i clienti possono avere disegni o messaggi nella propria calligrafia impressi a mano da artigiani del negozio. Parte di un impegno costante per ricollegare l’artigiano e il cliente, ogni pezzo su misura è – come dice Anya – “avere il tuo nome su qualcosa, piuttosto che il mio”. La collezione Bespoke è composta da borse, portafogli, portachiavi e articoli di cancelleria personalizzati.

Il ruolo di Anya

Nel 2012 Anya ha venduto parte della sua attività ed è passata dal ruolo congiunto di CEO e Direttore Creativo al Chief Creative Officer. Nel 2019 Anya Hindmarch ha riacquistato la sua attività in collaborazione con Javad Marandi ed è tornata al ruolo congiunto di CEO & Creative Director, lavorando a stretto contatto con lui per far crescere l’azienda.

Appassionata sostenitrice del design e delle arti britanniche, Anya è anche Direttore non esecutivo del British Fashion Council e fiduciaria emerita sia della Royal Academy of Arts che del Design Museum. Nel 2017 Anya Hindmarch è stata insignita del CBE come riconoscimento per il suo contributo all’industria della moda britannica e ha ricevuto diversi importanti premi di settore, tra cui il British Fashion Award.

Etzdorf (von)

Etzdorf (von), Georgina. Nasce a Lima in Perù. Nel 1981, fonda, con due soci, Martin Simcock e Jonathan Docherty, l’azienda che prende il suo nome e che produce stoffe molto decorative, per la moda, alta o pronta, e per gli accessori.
2003, febbraio. Georgina lavora con studenti d’ingegneria dell’Università di Southampton e studenti d’arte della Winchester School of Art per la creazione di sciarpe, borse e gioielleria assemblate con materiali luminescenti come fosfori e Led, i diodi che emettono luce. La collezione, a cui collabora anche la stilista inglese Anya Hindmarch, prende il nome di Nocturnalis e viene lanciata sul mercato.
2003. La designer, con base a Salisbury, è tra i 40 nomi della moda inglese ospiti di Fashion Coterie, l’annuale manifestazione newyorkese di settore.
Abbigliamento e accessori Etzdorf di moda e per la casa sono commercializzati in più di 300 punti vendita in 20 paesi e nel monomarca dell’azienda, in Burlington Arcade a Londra.

Hindmarch

Nasce a Burnham-on-Crouch. Totalmente autodidatta, inizia la sua attività a Londra nel 1987. Sei anni dopo, apre la sua prima boutique nell’esclusiva Walton Street. Nel ’95 apre a Hong Kong e nel ’97 un secondo negozio a Londra. Si è creata una clientela di qualità che ama la qualità.
2001, febbraio. Alla stilista viene assegnato il premio del British Fashion Council come "designer di accessori dell’anno". Il titolo di stilista dell’anno va ad Alexander McQueen, miglior designer della nuova generazione è Stella McCartney. Nel corso dello stesso anno Anya viene insignita anche dell’Award for Excellence di Luxury Briefing.
Inaugura sei nuovi negozi internazionali. Per l’autunno-inverno 2002 lancia la prima linea di scarpe e stivali per donna.