Hunter, Joe

hunter – Insieme ad Adam Thorpe, si impone alla fine degli anni ’90 con abiti realizzati con tessuti higth tech a prova di bomba.

(1967) Stilista inglese. Insieme ad Adam Thorpe, si impone alla fine degli anni ’90 con abiti che potremmo definire “materiale bellico”.  Questo perché, esasperandone il concetto, assicura essere realizzati con tessuti higth tech a prova di bomba. Spille, decorazioni, mostrine diventano imprescindibili dettagli moda. Un guardaroba fatto di pastrani, pull oversize, calzoni mimetici, divise da picchetto d’onore o da accampamento. Il giubbotto ha nel collo un filtro per l’aria. Best seller acquistato – pare – anche da Michael Jackson.

Leggi anche:

La moda uomo 2021 tra system e Issey Miyake

Acid House

Acid House è un movimento giovanile sulla scia di una musica disco funk, ultra elettronica, con sonorità di tipo psichedelico. Appare in Inghilterra…

Acid House è un movimento giovanile sulla scia di una musica disco funk, ultra elettronica, con sonorità di tipo psichedelico. Appare in Inghilterra negli anni 1989-’90. Abbigliamento minimale, anti-fashion, molto colorato, T-shirt fluorescenti, abiti sportivi, tessuti stampati coi simboli dell’epoca (“smile”). Ma soprattutto un nuovo modo di vita, grandi raggruppamenti musicali in locali e luoghi improbabili (sul genere dei “rave parties”). L’ideologia è simile a quella degli hippies anni ’60-70, una società parallela a quella esistente, ma fuori da ogni schema e ogni norma, in cui tutto è permesso.

acid house