Testino, Mario

Testino, Mario (1954). Fotografo peruviano di origini italiane, irlandesi e spagnole. La prima immagine gli viene pubblicata nell’81 da Vogue inglese

Testino, Mario (1954). Fotografo peruviano di origini italiane, irlandesi e spagnole. Dopo gli studi all’American School di Lima, frequenta la facoltà di economia all’Università del Pacifico, quella di legge all’Università Cattolica prima di trasferirsi in California dove segue corsi di politica internazionale a San Diego. Nel 1976 si stabilisce a Londra dove studia fotografia in una scuola privata.

Angelina Jolie by Mario Testino

La prima immagine gli viene pubblicata nell’81 da Vogue inglese, anche se lui ricorda ironicamente che era della dimensione di un francobollo. Poi, deve aspettare qualche tempo per affermarsi: la cosa avviene negli anni ’90 quando le sue fotografie di modelli di Trussardi, Versace, Saint-Laurent e, soprattutto, di Gucci vengono pubblicate da Vogue, The Face, Visionaire, W Magazine, Vanity Fair. Le sue più recenti campagne sono nel 2002 per Roberto Cavalli e nel 2003 per Prada. Grazie al suo stile immediato, ispirato alla vita di ogni giorno, anche se caratterizzato spesso dai colori accesi e dalla ricerca di toni fintamente provocatori, si afferma come fotografo di classe, capace anche di realizzare ritratti memorabili come quello di Lady D. pubblicato su Vanity Fair nel ’97. Si afferma anche come ritrattista riprendendo Gwyneth Paltrow, Meg Ryan, Julia Roberts, Jane Birkin, Madonna. Espone in diverse mostre in tutto il mondo e pubblica, nel ’98, il libro Any Objections, nel ’99 Front Row/Backstage, nel 2000 Party e nel 2001 Portraits. Nel 2001 firma, con immagini molto glamour, il Calendario Pirelli. Successivamente dirige anche spot pubblicitari per Versace e Dolce & Gabbana.

Leggi anche

5 curiosità su Mario Testino 

Miss Sixty

Miss Sixty Linea di moda giovane appartenente al Gruppo Sixty nato a Chieti nel 1989 a opera di Vicky Assan e Renato Rossi.

Miss Sixty Linea di moda giovane appartenente al Gruppo Sixty nato a Chieti nel 1989 a opera di Vicky Assan e Renato Rossi. Linee trendy per look casual e “aggressivi”: magliette e camicie elesticizzate, gonne e pantaloni stile anni ’60-70. Collezioni underground il cui must è il tessuto strecht che segni il corpo. Miss Sixty vanta tra le ammiratrici le attrici Angelina Jolie e Jennifer Lopez; le pop-star Emma Bunton (ex Spice girl), le Destiny’s Child e Anastacia: personaggi che, indubbiamente, aiutano la linea a essere “di moda”. Lanciata con un enorme battage pubblicitario nel 2002, come gli altri marchi del Gruppo (a cui appartiene anche la nota linea jeans Energie), punta a diventare total look. Occhiali, borse, intimo, accessori di vario genere, ma anche una linea di profumi e cosmetici. Tutti prodotti che si sono rivelati vincenti sul mercato per gli altri brand dell’azienda di Assan e Rossi. La società che, nel 2001, ha registrato un fatturato di 490 milioni di euro, con una crescita del 25 per cento rispetto all’anno precedente, conta su un’importante fetta di mercato negli Usa dove non ha risentito neanche della crisi generale che ha colpito la moda dopo l’11 settembre.

Leggi anche: 

Gruppo Sixty