Tibi

Tibi, marchio di moda contemporaneo, dinamico e sartoriale, fondato nel 1997 da Amy Smilovic. Negli ultimi tempi ha sposato la causa gender fluid.

Tibi. Marchio di moda fondato da Amy Smilovic negli anni Novanta. “Amo l’arte, gli affari e adoro l’abbigliamento”, dichiara Amy nelle poche interviste concesse. Georgiana di nascita, la Smilovic trova successo trasferendosi ad Hong Kong dove lancia il suo marchio nel 1997.

Amy Smilovic

La designer, che non vanta studi accademici legati alla moda, ritiene la sua impreparazione una libertà creativa. Per sopperire a questa lacuna, si circonda di creativi di collaudata esperienza. Il successo dell’etichetta è attribuibile, ad ogni modo, alla sua precedente esperienza come esperta degli affari interni americani che l’ha avvicinata al marcato estero.

Tibi collezione SS21

Credo che le donne dovrebbero vestirsi in modo semplice ma raffinato. Adoro vedere la personalità di qualcuno prendere vita attraverso le sue scelte di guardaroba. Le contraddizioni in queste scelte sono particolarmente interessanti: giovanile e sofisticato, maschile e femminile, audace e tenue”, dichiara.

La sua moda è un richiamo al gender fluid con riferimenti all’alta sartoria. Linee nette e decise, grafiche quasi assenti e valumetrie al passo con i tempi: in Tibi è interessante in concetto di lusso legato alla comodità; capi over movimentano look sobri e sofisticati dalle silhouette second skin.

 

Leggi anche

The Row

L’uniforme ibrida della sfilata Marni Uomo