Bucci, Ampelio

Bucci Ampelio (1936). Bocconiano, ha una società di consulenza strategica e formazione, la Mies, che lavora per aziende del tessile e dell’abbigliamento.

Bucci Ampelio (1936). Bocconiano, ha una società di consulenza strategica e formazione, la Mies, che lavora prevalentemente per aziende del tessile e dell’abbigliamento. Dirige il Settore Management di Domus Academy, scuola postuniversitaria milanese di moda, design e appunto management.

Negli anni ’80, Bucci ha diretto, per il Gruppo Montefibre, il Centro Design, che si occupava di prevedere tendenze e innovazione della moda. Mentre nel ’94 Ampelio, è stato il responsabile italiano di una ricerca Cee sui bisogni di impiego dell’industria tessile europea al 2002. È visiting professor all’Institut Franµais de la Mode, all’Université Dauphine, all’University of Art and Design di Helsinki.

Ha coordinato diverse mostre, fra cui Il senso della moda alla Triennale di Milano nel ’79, Il consumo culturale alla Biennale di Venezia dell’81, Moda Italia a New York nell’86. Inoltre ha coordinato La casa italiana a Pitti Immagine Casanel ’97.

Partecipa da relatore al seminario di progetto Designing in between the ambiguity alla Domus Academy. Il workshop sonda il campo delle evoluzioni in atto nel settore dell’arredamento di interni, in cui vengono sempre più spesso abbattute le barriere tra i diversi prodotti.

Nel 2002 Bucci ha curato la stesura di “Moda a Milano, stile impresa nella città che cambia”.