Turbante

Turbante. Lunga sciarpa in cotone, seta o lana, da avvolgere in più fogge intorno al capo. Molto popolare nel primo ventennio del ‘900.

Turbante. Lunga sciarpa in cotone, seta o lana, da avvolgere in più fogge intorno al capo. Tipico degli indiani e dei mussulmani. Ispirandosi ai Balletti Russi di Diaghilev, Poiret lo ha lanciato come accessorio per i pantaloni alla turca, e per tuniche esotiche e orientaleggianti. Molto popolare nel primo ventennio del ‘900, torna spesso alla ribalta sia per giorno che per sera.

Leggi anche: 

L’indy full turban di Gucci sotto accusa 

Paul Poiret il visionario della moda 

Scialle

Scialle. Quadrato o rettangolo di stoffa portato sulle spalle, annodato sotto il mento oppure legato al manico di una borsetta.

Scialle. Quadrato o rettangolo di stoffa portato sulle spalle, annodato sotto il mento oppure legato al manico di una borsetta (meglio se con morsetto e meglio ancora se modello Gucci).

scialle
Gucci scialle con stampa

Quel che si diceva un capo d’abbigliamento imperdibile (e talvolta imperdonabile) con tutti i suoi accostamenti giocati tra fiori e accessori da equitazione. Arriva nel vecchio continente della moda grazie ai soldati (inglesi e francesi) di ritorno dalle guerre indiane. Prima piccolo e, poi, sempre più grande avvolge ogni genere di spalle femminili: fragili, nude ed eleganti. Successivamente, si sono fatte via via sempre più spesso robuste, aitanti e sportive.

Leggi anche:

Kefiah

La-kefiah-fa-moda

Museum of the City of New York

Museum of the City of New York, Usa. Ospita una tra le più importanti collezioni di moda d’America. Ha oltre 25 mila abiti e accessori.

Museum of the City of New York, Usa. Ospita una tra le più importanti collezioni di moda d’America. Ha oltre 25 mila abiti e accessori.

I capi, databili dalla metà del ‘700 a oggi, sono rappresentativi della manifattura locale ma anche delle mode importate in questa grande città cosmopolita. Tra gli esemplari di rilievo storico presenti al Museum of the City of New York, troviamo gli abiti del ballo per l’inizio della presidenza di George Washington nel 1789.

Notevoli le collezioni di abiti da sposa dal 1754 al 1997 e quella di modelli della Maison Worth creati a Parigi per le clienti dell’alta società newyorkese. Vengono acquisiti capi di stilisti contemporanei della città. La raccolta si avvale anche di un archivio di foto e giornali di moda.

Museum of the City of New York

Leggi anche:

Musée du Textile et des Costumes de Haute-Alsace

Museo del Tessuto Italiano

La-storia-non-raccontata-di-Ann Lowe

Bretelle

Bretelle. Accessorio del vestire maschile e anche femminile e infantile. Realizzate in corda o a rete, dopo essere state delle semplici strisce di cuoio…

Bretelle. Accessorio del vestire maschile e anche, sporadicamente, femminile e infantile. Realizzate in corda o a rete, dopo essere state delle semplici strisce di cuoio.

‘700, ‘800 e ‘900

Erano già in uso nel ‘700 per assicurare la tenuta dei calzoni. L’800 le ingentilì usando il tessuto, cotone, anche velluto, e persino gomma, finché l’intreccio di diversi filati con fili di gomma stabilì il modello ricorrente per tutto il ‘900 fino a oggi: regolabili nella lunghezza mediante fibbie, a forma di Y nella schiena, le bretelle si allacciano, con asole anch’esse elastiche, davanti come dietro, a bottoni cuciti in vita sui calzoni; eliminando i bottoni, si possono anche fissare con morsetti d’acciaio alla cintura.

Dalle bretelle alla cintura

Diventano troppo visibili con la maggiore libertà della rinnovata giacca. Quindi cedono il passo, verso gli anni ’50, alla cintura in cuoio, di pelle anche preziosa. E da insostituibile accessorio assumono il ruolo di accento estroso di moda. Anche colorate nell’abbigliamento sportivo per la montagna, come in certi revival ottocenteschi o, in maglia elastica di seta nera, per particolari smitizzate tenute da sera antismoking.

Bretelle nella moda unisex

bretelle
bretelle da donna

Negli anni ’70 le bretelle conobbero un’inattesa fortuna nella moda unisex, adottate anche dalle donne, tanto in esemplari del tutto mascolini che in forme e materiali volutamente femminilizzati, per colori e dimensioni, con passamaneria e ricami.