Stieglitz

Alfred (1864-1946). Fotografo americano. Dopo gli studi a Berlino, nel 1890 torna a New York dove si dedica alla fotografia approfondendone sia gli aspetti tecnici sia quelli espressivi legati alla luce. Molto attento alla composizione e alla ricerca con alcune concessioni all’astrattismo, nel 1902 fonda, con Edward Steichen e Alvin Langdon Coburn, il movimento della Photosecession e la raffinatissima rivista Camera Work su cui fino al 1917, anno della chiusura, pubblicano i più grandi autori del tempo. Stieglitz è ricordato anche come gallerista avendo aperto nel 1906 la 291 sulla Fifth Avenue e nel 1929 An American Place: erano gallerie dove esponevano fotografi e soprattutto artisti capaci di influenzare il gusto del pubblico, da Picasso a Matisse, ma anche luoghi di incontro e dibattito sull’estetica fotografica.