Spadafora

Marina (1959). Stilista italiana. È nata a Bolzano. L’avanguardia per vocazione, la maglieria per tradizione familiare, la filosofia new age per scelta di vita. Anima creativa del maglificio di famiglia, studia al Fashion Institute di Los Angeles e lavora come costumista a Hollywood, dove incontra il primo marito, Sean Ferrer, figlio dell’attrice Audrey Hepburn e del regista-attore Mel Ferrer. Dopo l’esperienza hollywoodiana, rientra in Italia: debutta nell’87 a Milano, con la prima collezione di maglieria. Subito dopo passa dalla maglia al prêt-à-porter completo, cui affianca, nel ’97, la linea uomo. La sua moda si basa su una ricerca di forme stilizzate e materiali che sperimentano tecniche innovative, in uno stile personale e non tradizionale. Attenta alla spiritualità e proiettata nel futuro, le sue sfilate riflettono il suo pensiero e lanciano messaggi originali: nel ’93 invita in passerella il Lama Gangchen Rimpoche; nel ’94 ignorando le differenze fra i sessi fa sfilare ragazzine ed efebi in abiti femminili; nel ’98 contestando i gigantismi da sfilata mette in scena solo 16 modelli riferiti alle quattro stagioni della donna. Secondo matrimonio in Tibet con rito buddista: sposa il regista e produttore Jordan Stone. Tre figli. Nel tempo libero insegna meditazione all’università della Terza Età di Milano.