Sorrenti

Mario (1971). Fotografo italiano. Dalla sua Napoli, a 10 anni si trasferisce con la famiglia prima a Washington e successivamente a New York, dove vive e lavora. Dopo gli studi alla School of Visual Art, che frequenta mentre lavora come disegnatore presso l’azienda grafica della madre, a diciassette anni scopre la fotografia e ne impara sia le tecniche di sviluppo e stampa sia gli aspetti più squisitamente espressivi. Nel mondo della moda entra nel 1989 come modello e tre anni dopo inizia la sua carriera con Calvin Klein che gli commissiona una campagna di profumi e moda. Divenuto famoso, pubblica su i-D, The Face, Arena, Interview, Harper’s Bazaar (che nel ’92 lo mette sotto contratto per un anno) e le edizioni italiana, francese e inglese di Vogue. Realizza campagne per importanti stilisti come Joop, Dolce & Gabbana, Iceberg, The Gap, CK Obsession e continua la sua collaborazione con Calvin Klein. Suscita scalpore una sua recente immagine per la pubblicità 2002 di Ungaro dove un cane bianco lecca voluttuosamente un piede a una modella bionda. Espone in diverse mostre a New York, Parigi e Londra. Nel 2003 l’editore Steidt pubblica il suo libro The machine dedicato al fratello Davide che, malato di talassemia, era spesso collegato a un macchinario medico. Da ricordare i suoi contributi al mondo della musica con video-clip diretti per PJ Harvey, Delamitri e Desirée e le copertine dei dischi di Maxwell. Per il terzo anno consecutivo, il fotografo partecipa all’iniziativa itinerante Elle Decor’s Dining by Design, presentata da Champagne Taittinger.