Snow

Carmel (1888-1961). Giornalista americana. Era nata in Irlanda, a Dublino, ed era approdata negli Stati Uniti da piccola emigrante dove la madre aprì una sartoria. Cominciò a collaborare con Vogue nel 1921 dove, grazie al suo eccezionale occhio anticipatore, in breve raggiunse posizioni vertiginose. Dopo 10 anni passò ad Harper’s Bazaar, trasformando questa rivista in un serio rivale di Vogue. Condé Nast, proprietario di Vogue, ed Edna Woolman Chase, caporedattrice, la considerarono per tutta la vita una traditrice. Alle sfilate di Parigi o di Firenze (fu tra le prime ad apprezzare il lancio di una moda italiana voluto e organizzato da Giovanni Battista Giorgini a Palazzo Pitti) sembrava quasi non seguire le modelle sulla passerella; addirittura a volte pareva addormentata. Ma era solo una posa perché il suo intuito le faceva scegliere per le fotografie sempre e solo il meglio di ogni collezione. Portò ad Harper’s Bazaar Dalì e Chagall come illustratori e, insieme ad Alexey Brodovitch, direttore artistico della rivista, fu una grande sostenitrice del talento fotografico di Dahl-Wolfe, Horst, Munkacsi, Penn e Avedon.