Simonetta

Casa di moda fondata, nel 1946, a Roma in via Gregoriana 5 da Simonetta Colonna Cesarò (1922), sposata in prime nozze con Gaio Visconti di Modrone da cui ha avuto una figlia di nome Verde. La sua prima collezione fu di 14 modelli eseguiti con i tessuti che si potevano trovare nei primi anni del dopoguerra: strofinacci per piatti, grembiule da giardiniere, uniformi da maggiordomo, lacci, nastri. Nel 1947 Vogue America mandò una giornalista e un fotografo in Italia per un reportage sulle più belle donne romane. È così che Simonetta fu scoperta da Vogue e le dedicò 2 pagine. I grandi magazzini statunitensi Bergdorf Goodman e Marshall Fields, furono i primi ad acquistare i suoi modelli. Simonetta fu la prima casa di alta moda italiana a essere invitata a New York da Bergdorf Goodman per partecipare con una collezione esclusiva alla celebrazione del loro cinquantenario nel novembre del 1951. Ha sempre lavorato più con gli store e la clientela anglosassone che con la clientela italiana. Sono vestite da lei Doris Duke, Clare Booth Luce, Norma Shearer, Dorothy McGuire, Zsa Zsa Gabor, Lauren Bacall, Dinah Shore, Merle Oberon, Chid Charisse, la Duchessa di Windsor, Marlene Dietrich, Jacqueline Kennedy. Ha ricevuto parecchi premi, tra cui il Davidson Parkson Award da R.H. Macy & Company, il Philadelphia Fashion Group Award, Filene’s Dressing Talent Award. È membro del New York Dress Institute’s Hall of Fame. In seconde nozze, Simonetta sposa Alberto Fabiani, anch’egli couturier. Da questa unione nasce un figlio, Bardo Fabiani, oggi noto e apprezzato fotografo. Fabiani e Simonetta lasciarono ben distinte le loro griffe, ma decisero insieme, dopo i successi a Firenze nelle stagioni dell’alta moda italiana e su consiglio di Farchild, di lasciare — nel 1962 — Roma per trasferirsi a Parigi. Volevano anticipare un concetto internazionale della moda, ma purtroppo i tempi erano prematuri. Fabiani tornò a Roma nel 1964. Simonetta rimase a Parigi fino al ’72 per poi andare in India, dove si è dedicata a opere filantropiche. Oggi vive tra Roma e Parigi. I suoi modelli si trovano alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze, al Victoria and Albert Museum di Londra, al Musée Galliera di Parigi, al Mode Museum Munchen, al Kunstgewerbe Museum di Berlino, al Mode Museum di Colonia, al Metropolitan Museum di New York e al Brooklyn Museum of Fine Arts di New York.