Settembrini

Luigi (1937). Nasce a Milano da genitori napoletani, i cui cognomi Settembrini e Murolo stanno nella storia politica e artistica della città partenopea. È considerato uno dei maggiori esperti italiani della comunicazione e dell’immagine. Negli ultimi anni si è dedicato prevalentemente al rilancio del polo fieristico del tessile-abbigliamento fiorentino, alla ideazione e realizzazione di progetti di city marketing, alla promozione della moda come linguaggio fondamentale della cultura contemporanea, alla promozione del cross-over tra i sistemi dell’arte e della comunicazione del nostro tempo. Sue sono quasi tutte le maggiori realizzazioni dedicate alla cultura internazionale della moda. Tra queste, la mostra Nascita della Moda Italiana con Luca Ronconi e Gae Aulenti (Palazzo Strozzi, ’92 e Museo del Louvre ’93); la sezione relativa alla moda della mostra The Italian Metamorphosis 19431968 (Guggenheim Museum, ’94); l’evento G.A. Story per la regia di Bob Wilson, prodotto da Pitti Immagine in occasione del Summit Europeo a Firenze (Stazione Leopolda, ’96); l’ideazione della Biennale di Firenze di cui, insieme a Germano Celant e a Ingrid Sischy, ha curato la prima edizione inaugurata il 21 settembre 1996. Particolarmente notevole, in termini di case history, il rilancio del polo fieristico fiorentino del tessile-abbigliamento (’84-96), dovuto in parte anche alle sue innovative strategie di immagine e comunicazione.