Senneville

(de) Elisabeth (1946). Stilista francese. Il suo punto di forza è la capacità di passare con estrema facilità da un’esperienza a un’altra, da un mestiere commerciale alla creatività. Infatti, da direttrice, nel 1964, della boutique parigina Miss Dior è arrivata, negli anni ’80, a stampare sui suoi abiti opere d’arte antica ispirandosi alle rielaborazioni di maestri della Pop Art come Roy Lichtenstein e Andy Warhol. Dopo avere disegnato per varie aziende firmando o non firmando le collezioni, si è messa in proprio nel ’75. Tra le sue innovazioni, tagli iper geometrici, colori vivaci e l’uso del velcro in alternativa ai bottoni nel suo periodo di ispirazione cinese. Si dedica anche al guardaroba dei bambini e degli infanti. Apre una boutique in rue d’Assas e lavora sui tessuti luminosi e sulle fibre ottiche. Viene lanciata la linea per la casa, in neoprene microtraspirante. La designer rivolge la propria attenzione sui materiali anti-magnetici. Mette a punto materiali anti-inquinamento e prodotti a base di carbone attivo, sia per l’utilizzo casalingo sia per costumi da bagno e vestiti femminili.