Schnurer

Carolyn (1908-1956). Stilista statunitense. A New York, fu una delle pioniere del casual, cavalcando l’ideale americano di libertà e affrancamento dall’Europa che caratterizzò, persino nella moda, il periodo fra le due guerre. Viaggiò moltissimo alla ricerca di ispirazione nelle Ande, in Turchia, Sud Africa e Giappone confezionando abiti dallo stile occidentale ma con un inequivocabile tocco esotico. Dopo il diploma al Traphagen School of Fashion di New York (’39-40), disegnò per l’azienda del marito, la Burt Schnurer Inc. Nel ’46 era così affermata da ribattezzare la griffe con il suo nome. Seppe utilizzare al meglio lino, cotone, cachemire e alpaca ma anche il chintz, il jersey e il velluto. Lasciò l’attività negli anni ’50 e divenne consulente tessile per la J.P. Stevens.