Sarchi

Wilma. Public Relation italiana. Ha cominciato la sua attività lavorando come redattrice-traduttrice presso un’agenzia di stampa. Nel 1975, fonda lo Studio 75 e, all’inizio degli anni ’80, vara, insieme ad alcuni colleghi, l’Istituto Studi e Formazione per le Relazioni Pubbliche. Per conto dell’Associazione Industriali dell’Abbigliamento e Maglieria ha curato, in collaborazione con Beppe Modenese, gli uffici stampa di saloni moda (Anteprima, Ideamaglia, Modit) per poi estendere la sua collaborazione al Pitti di Firenze. Ha contribuito all’affermazione della moda tedesca collaborando con l’Igedo di Düsseldorf. Specializzatasi nel settore dei prodotti di lusso o a elevato contenuto d’immagine, ha lavorato per più anni col Comitè Colbert (associazione francese che ragguppa le 72 marche storiche del lusso d’oltralpe), mentre in Italia ha contribuito all’affermazione di marchi storici della gioielleria quali Boucheron, Asprey e Marina B. Dal ’92 si occupa, per l’Italia, di Louis Vuitton. Dal 1999 collabora con la divisione Lvmh Fashion Group di cui cura, oltre alla comunicazione istituzionale, i marchi Givenchy e Celine.