Rossetti

Elsa (1915). Giornalista, organizzatrice di manifestazioni e sfilate di moda in Italia e all’estero. Titolare del settore moda di Stampa Sera dal 1960 al 1989 e del Radiocorriere dal 1965 al 1971, coordinò per 21 anni (dal 1955) e presentò le sfilate del Samia di Torino realizzando, per lo stesso — e per la prima volta — sfilate promozionali di moda italiana a Düsseldorf, Londra, Belgrado e, per l’Istituto del Commercio Estero, a Tripoli (fino all’avvento di Gheddafi), a San Salvador, Copenaghen, Dublino, Reykjavik. Coprì questo ruolo, su incarico della Fiat, sempre negli anni ’70, all’insegna del binomio vincente moda-automobile, a Salonicco, Atene, Rodi, Voloz, Buenos Aires, Stoccolma: viaggi, allora, avventurosi per i quali sceglieva le più celebri top-model (all’epoca, solamente indossatrici…). Successivamente, organizzò la Settimana dell’impermeabile a Firenze (chiamata da Beppe Modenese) e, negli anni ’70-80, per l’Associazione serica Comofoulard, le sfilate-spettacolo all’auditorium di Bonn, alla Royal Albert Hall di Londra, a Düsseldorf mentre, per le Associazioni Industriali di Padova e Milano, portò a Mosca, nel 1984, la prima sfilata italiana di prêt-à-porter, alta moda e calzature.