Rosselli

Colette (1912-1996). Scrittrice, pittrice, giornalista italiana. Chi era bambina negli anni ’40 la ricorda per il libro di Susanna con il quale aveva esordito come illustratrice per l’infanzia. Le lettrici più fedeli del settimanale femminile Grazia associano il suo nome a quello di Donna Letizia che rispondeva alle lettere dispensando consigli pratici ma anche ironici e pungenti di saper vivere, raccolti poi in volume. Era nata a Losanna e s’era laureata in lingue e letteratura francese. Era anche una pittrice affermata. Autrice di tanti libri di letteratura per l’infanzia, Per bimbi buoni e cattivi, Il cavaliere Dodipetto, I poemetti di Susanna, Prime rime, aveva collaborato negli Stati Uniti con Harper’s Bazaar, Mademoiselle e Vogue. Colta, raffinata, con una sua speciale eleganza fatta di pantaloni e giacca, amante delle lunghe gite in montagna ma anche della casa, anzi delle case che aveva arredato con grande gusto, per prima quella che si affaccia sulla romana piazza Navona, e che aveva descritte in Casa di randagia (’89), uno dei suoi ultimi libri, insieme a Ma non troppo (’86) e a Nuovo saper vivere (’91). Sposata in seconde nozze con Indro Montanelli, è morta a Roma.