Rosasco&WrongIndexReference;

Azienda tessile del comasco. Nasce dalla Camozzi & Rosasco fondata nel 1899 e specializzata nella produzione di foderame e stoffe per la confezione femminile. Si sviluppa come ditta individuale di Enrico Rosasco (1909). È del 1919 l’entrata dei figli Eugenio e Mario&WrongIndexReference; in vesti di soci ed amministratori, del 1920 l’acquisizione della tessitura di Appiano Gentile che affianca quella di Como, del 1925 l’apertura della torcitura di Domaso. La Rosasco ha ampliato il proprio raggio di azione verso la cravatteria, i tessuti di alta moda, gli operati e finalmente i tessuti per impermeabili. Con il passare degli anni, alla materia prima tradizionale, la seta, si sono aggiunti il cotone, la lana, il rayon e altre fibre. Si trasforma in società per azioni nel 1960. Al momento della morte di Eugenio Rosasco (1961), figlio del fondatore e a lungo alla guida dell’azienda, inizia un periodo di impasse, testimoniata dai bilanci annuali, che culmina con la chiusura del settore dedicato alle cravatte e con la concentrazione della produzione ad Appiano Gentile. Dal 1970 la crisi diviene irreversibile e la irreparabile situazione aziendale viene affrontata nell’unica maniera possibile, con la vendita dello stabilimento di Appiano Gentile e del magazzino. Il 1978 sancisce la fine della Rosasco.