Ridenti

Lucio pseudonimo di Ernesto Scialpi (1895-1973). Critico teatrale e giornalista. Abbandonata la carriera di attore a causa di una menomazione all’udito, nel 1925 fonda, insieme a Pitigrilli, la rivista teatrale Il Dramma che dirige fino al ’68. Alto, magro, dandy, era cliente della celebre e ormai scomparsa camiceria milanese Truzzi. Era un cultore dello smoking, del frac e del monocolo. Gli anni ’30 lo vedono anche scrittore di costume, grande frequentatore della vita mondana e attento giornalista di moda. Dalle pagine del quotidiano La Gazzetta del Popolo di Torino critica lo stile femminile nazista e il gusto per i modelli francesi, ribadendo la necessità di una moda veramente italiana. Sul Dramma appaiono frequenti pubblicità di pelliccerie e case di moda, tra cui quella del maestro calzettaio Franceschi, primo in Italia a produrre calze da donna con la riga.