René Mancini

Maison di calzature aperta a Parigi nel 1936 dall’omonimo calzolaio italiano emigrato in Francia. Proponeva scarpe a prezzi accessibili e modelli più raffinati. Questi ultimi, notati dalla madre di Balmain, gli permisero di ottenere commissioni da importanti sarti che sarebbero divenuti suoi abituali clienti. Fra gli altri, Givenchy, Balenciaga, Scherrer e Chanel. Risale alla fine degli anni ’50 il suo famoso sandale Chanel. Nel giro di pochi anni, approdò al suo atelier il bel mondo internazionale: da Jackie Kennedy a Caroline di Monaco, dalla Garbo alla Callas. Negli anni ’60 Mancini lanciò la produzione di calzature di lusso in serie. Oggi l’azienda, guidata dai figli Alain e Claire, distribuisce in Francia le sue collezioni attraverso più di 30 boutique.