Renata

(1934) nome di mestiere di Renata Baumeisten. Stilista tedesca. Dopo gli studi alle Belle Arti di Düsseldorf, va a Parigi a lavorare come graphic designer per il giornale di moda Elle. Solo in un secondo momento si dedica ai disegni di vestiti: per affinare questa sua nuova arte si trasferisce a New York per un anno, dove impara lo sviluppo del mercato prêt-à-porter, diventando stilista responsabile per l’etichetta Prikene. Nel ’73 propone una sua linea con il marchio Renata, che viene distribuita in tutto il mondo. Nell’80 apre una boutique a Parigi, specializzandosi in abbigliamento femminile, con tessuti naturali e ricami fatti a mano. L’amore per il ricamo e per il lino, la spingono a disegnare anche una collezione di tovaglie, tende e cuscini per la casa. Il successo è tale che nel ’91 apre una seconda boutique, sempre a Parigi, in cui viene proposta anche la linea per la casa. La marca è ormai affermata e gli abiti Renata si trovano nel mondo intero, da Barney’s a New York, fino a Shiseido The Ginza, in Giappone. Recentissima anche una nuova linea, per un target più giovane e legato ai cambiamenti della moda.