Proietti

Elisabetta (Betty) (1962). Stilista italiana e imprenditrice. Nasce in Umbria, e lì torna dopo anni di attività fra Milano e Roma perché è proprio tra le colline natali che il suo estro si esprime meglio. Si diploma nel 1985 all’Accademia di costume e di moda di Roma, dove è ancora esposta la sua tesi. Dall’85 all’88 con Miguel Cruz completa la sua formazione e del maestro, di cui ben presto diviene assistente, assimila la nettezza delle forme e la linearità delle soluzioni e la passione per la maglieria. Nell’88 e nell’89, quale assistente stilistica, collabora alla creazione delle collezioni Alta Moda e prêt-à-porter di Lancetti. Dall’88 al 2000, disegna la collezioni mare e abbigliamento per il Gruppo Parah Spa. Nell’89 fonda la Snc, società di consulenze stilistiche per l’industria dell’abbigliamento. Dal ’95 è docente di stilismo e di moda all’Accademia di Costume e Moda di Roma, coordina e assiste i giovani stilisti anche nel lavoro del Final Work. Lavora anche per la Madis e altri marchi. Nel 2002 affronta la sfida: di una propria griffe, dando vita in Umbria alla prima collezione in maglia “total look” prodotta con il suo nome: venti capi che trasferiscono il concetto di abbigliamento in tessuto nella maglieria. Prendono così forma i cappottini tagliati e ribattuti come trench, le gonne plissé con cintura a frange, i pull a scialle, i pantaloni gessati a vita bassa con risvolto in maglia-tessuto.