Polaroid

Marchio americano di occhiali. Nasce dall’idea di Edwin Land (1909, Connecticut) che, nel 1934, aspirante inventore in un proprio laboratorio a Cambridge, nel Massachusetts, riceve dalla Eastman Kodak un ordine da 10 mila dollari di filtri polarizzanti per macchine fotografiche. Land, lavorando con il giovane assistente di fisica George Wheelwright, aveva infatti brevettato, nel ’29, i filtri polarizzanti, ottenuti allineando milioni di minuscoli aghi di iodio in un perfetto orientamento lineare. Il prodotto era stato battezzato Polaroid dalla moglie di Land, Clarence Kennedy. Il 30 gennaio del ’36 si tenne ad Harvard la prima conferenza stampa sul Polaroid: Land raccontò poi che nel pubblico i giornalisti indossavano già i suoi occhiali realizzati con filtri polarizzanti. Nel settembre del ’37 nasce la Polaroid Corporation. Nel ’39 vengono venduti più di un milione di paia di occhiali “polarizzati”. Nel ’40, i dipendenti della Polaroid sono diventati 240. Nel ’48, alla produzione di lenti e occhiali si aggiunge quella delle macchine fotografiche. Negli anni ’50 gli occhiali inventati da Land diventano un oggetto di culto anche in Europa, uno status symbol delle nuove generazioni. Tuttora la tecnica utilizzata per la fabbricazione dei Polaroid si basa sui principi formulati da Land: i filtri originali eliminano l’effetto abbagliante riflesso orizzontalmente da strade bagnate, ghiaccio, neve, acqua. Ai due filtri polarizzanti si affiancano due filtri per assorbire gli Uv e proteggere dai raggi nocivi, due ammortizzatori di supporto per evitare rotture e due rivestimenti rigidi in resina per rendere gli occhiali resistenti ai graffi. I modelli sono circa 150 in 600 variazioni di linea, di polarizzazione e di colori delle lenti, di colorazioni trasparenti. La collezione Xoor, creata nel ’97, con lo slogan “fashion and function”, privilegia comfort di portabilità e di visione ed è caratterizzata dal più attuale design made in Italy. Design italiano e know-how Polaroid sono combinati nella collezione Furore.