Polac

Juliette (1964). Creatrice di gioielli. È nata a Parigi dove ha studiato disegno e, nell’atelier di Gilles Royaux, ha imparato il taglio delle pietre. A 22 anni va a vivere a Creta, dove lavora per un gioielliere che diventerà suo marito. Nel 1990 apre un proprio atelier. Nel ’93, Naila de Monbrison le dedica una mostra nella sua galleria in rue de Bourgogne a Parigi. Oggi vive ad Atene. I suoi gioielli sono famosi, oltre che in Grecia, anche a New York e Parigi. In oro puro o in argento martellato, si arricchiscono di conchiglie da lei raccolte in Marocco o in India e di elementi naturali che gli conferiscono un’aria tribale un po’ primitiva. Di recente, si è ispirata agli ex voto delle chiese greco-ortodosse, per gioielli d’argento con figure sacre.