Pisenti

Celeste (1979). Stilista italiana. Ha lavorato per Costume National e per Moschino. Disegna per Blumarine la linea Blugirl. Abiti estrosi e romantici, con un sapore d’altri tempi. Gonnelline corte in taffettà sui jeans a sigaretta, abiti da sera in raso azzurro o rosa, ruche e volant, applicazioni di fiori e lustrini, oppure una moda più anglosassone fatta di giacche all’amazzone, pantaloni scozzesi, pullover a rombi. A soli 24 anni, esordisce per la prima volta alle sfilate milanesi, sua città natale, con una propria collezione che si chiama Celeste All That Jazz. Sono 22 capi artigianali che si ispirano a Brigitte Bardot, Amanda Lear e a una diva degli anni ’20, Clara Bow. Solo corsetteria e biancheria. Nella stagione successiva la collezione si completa e si amplia: giacche da smoking, bluse oversize con logo in paillette, larghe gonne tutte a volant, pigiama-palazzo in seta, manicotto e cappuccio di volpe, scarpe decolleté con fiocchetto e miniborsette, in colori teneri, come il rosa e il celeste.